Balle

img_2645
Eh si, si chiamano proprio balle. Sono fatte con il fieno a cui vengono aggiunte le spore.
Io le compro già pronte, hanno dei tagli da dove nasceranno i funghi. Le ho coperte con un velo bianco, perché appena farà tanto freddo la crescita rallenterà e finirà.
Intanto ho fatto due belle raccolte, una volta per la polenta e una per la pasta.

Pioppini  e gialletti

img_2648           img_2583

img_2636
Funghi e panna
img_2640
Funghi e formaggi misti
img_2649

Annunci

Lumachine di mare

IMG_8813

Tutta colpa di Laura! Ha fatto un formato di pasta che mi è piaciuto tantissimo, ho voluto provare a farla subito, ma non ci sono riuscita. Il giorno dopo ho provato ancora ed è uscito un nuovo tipo di pasta che ho chiamato lumachina, perché mi ricordano quelle che si trovano al mare, sono molto carine e prendono bene il condimento che in questo caso è con piselli, prosciutto e panna. Sono facilissime e veloci da fare.

Ingredienti:

  • 250 g di semola di grano duro
  • 130 g di acqua
  • piselli
  • prosciutto
  • panna
  • sale
  • olio extra vergine
  • scalogno
  • parmigiano

Ho impastato la semola aggiungendo piano piano, l’acqua, finché è risultato un impasto molto liscio. Ho fatto dei rotolini poco più grossi di una matita e li ho tagliati a pezzetti di circa 2 cm.
IMG_8881 IMG_8803 IMG_8802
A questo punto, guardate il video, anche se non è proprio fatto bene:

Ho cotto i piselli con olio e scalogno, verso fine cottura ho aggiunto il prosciutto. Dopo aver cotto la pasta, a me ci son voluti circa 10 minuti, l’ho saltata nel sugo e ho aggiunto un paio di cucchiai di panna e parmigiano. Buonissime.

IMG_8834

Delirio cremoso al cioccolato

IMG_7198
Non ci sono asparagi!!!!! 😆
Ho dovuto congelarlo o me lo mangiavo tutto, è talmente leggero che sembrerebbe light 😆
Quindici giorni fa siamo andati in Friuli, ad operare la nostra cucciola e mentre aspettavamo che uscisse dalla sala operatoria, siamo andati in una pasticceria. Il banco era da urlo, avrei assaggiato tutto, non sapevo cosa scegliere. Mi succede sempre cosi, quando tutto o quasi, incontra i miei gusti. Idea!!! Avevano i mignon che erano praticamente le miniature delle paste grandi.
C’era solo un problema, il vassoio era almeno mezzo chilo  e la tipa dietro il bancone non voleva darmene solo pochi. Per un momento ho pensato che fosse antipatica, qui a Venezia i mignon li vendono a peso, posso prenderne anche due…
” ma prendiamoli, quelli che non mangi li portiamo a casa”, è stato il commento di Paolo
” tutti?”
” ma si, mangi quello che vuoi e poi li facciamo incartare, tanto siamo in macchina”
I miei occhi si sono illuminati, non ci avevo pensato… 😛
” ok!”

Tra queste delizie c’era una mignon che mi attirava, anzi ce n’erano almeno 5 dello stesso tipo. Un quadratino al cioccolato, che aveva sotto la glassa uno strato di pura panna, tutto quel marrone con uno strato bianco, attirava le mie papille gustative. Infatti ho deciso che era la migliore! Non mi sembrava così difficile da riprodurre, dopo qualche giorno ho provato e riprovato.
La rabbia finale è che il piatto su cui lo appoggiavo, non era perfettamente piatto, per cui gli strati non risultano perfetti. Ma non finisce qui, da ora in poi, si va a caccia di piatti e rettangoli di metallo che siano più adatti. Anche perché è un dolce che si può congelare, comodo da avere pronto quando si hanno ospiti inattesi.
L’ho provato anche con la crema di limone e gelèe di fragole… ma io che sono cioccodipendente, ho fatto la mia scelta. 😎 Comunque proverò con le pesche, d’estate con la frutta è più fresco ( dicono). Ho solo poche foto finali, una sola della fetta… ma tanto appena trovo il piatto di cartone piatto, la rifaccio sicuramente.
Il quadro di acciaio misura 26×26, bello grandino. Io l’ho tagliato a metà e ne ho congelato una parte.

Ingredienti:
Per il pan di spagna

  • 3 uova
  • 125g di zucchero
  • 95g di farina mista a maizena
  • 30g di cacao amaro
  • un pizzico di sale

Per la crema al cioccolato

  • 750g di latte
  • 40g di cacao amaro
  • 150g di zucchero
  • 6 tuorli
  • 50g di farina
  • 25g di maizena
  • 2 fogli di gelatina (4g)

Per lo strato bianco

  • 800g di panna fresca
  • 3 fogli di gelatina(6g)

Per la glassa

  • 175g di acqua
  • 150g di panna
  • 75g di cacao amaro
  • 225g di zucchero
  • 7 fogli di gelatina ( 14g)

* se volete una glassa più “morbida come quella della mia foto, usate 5 fogli di gelatina.

Pan di spagna: montare le uova con lo zucchero, per almeno 15 minuti. Setacciare le farine con il cacao,con la frusta a mano e delicatamente, aggiungerli al composto di uova. Stendere su una teglia bassa e infornare a 180g per circa 10/15 minuti, è cotto quando i bordi tendono a restringere verso l’interno. Mettere il pan di spagna dentro un quadrato di metallo, sopra un piatto.Io l’ho bagnato con il rum, ma potete lasciarlo asciutto.
IMG_7037 IMG_7039 IMG_7042

Mettere la gelatina a bagno in acqua fredda.
La crema al cioccolato: in una ciotola mischiare il cacao con il latte cercando di non fare grumi. In un’altra terrina sbattere le uova con lo zucchero, poi con la frusta a mano, aggiungere la farina e la maizena.

IMG_6993 IMG_6994 IMG_6996

IMG_6997 IMG_6999 IMG_7000
Mettere a scaldare il latte con il cacao e poco prima che inizi a bollire, aggiungere il composto di uova. Lasciare che il latte inizi a bollire, mischiate subito con le fruste e in pochi minuti avrete una splendida crema al cioccolato. Aggiungere la gelatina ben strizzata dall’acqua  e se vi piace, anche po’ di rum. Versare la crema sul pan di spagna e lasciarla raffreddare, metterla in frigorifero a raffreddare bene, prima di aggiungere la panna montata.
IMG_7001 IMG_7003 IMG_7004
IMG_7043-001 IMG_7044-001 IMG_7045-001

Mettere a bagno in acqua fredda la gelatina. Quando è ammollata, prendere due cucchiai di panna fresca e scarldarla in un pentolino, aggiungere la gelatina e scioglierla bene. lasciare intiepidire in una tazza.
IMG_7046 IMG_7048 IMG_7049

Prendere un po’ di panna fredda e metterla sulla tazza della gelatina, versarla a filo, sempre mischiando. Attenzione, se non mischiate velocemente si formeranno dei grumi che non potrete più sciogliere. (MAI mettere la gelatina nel liquido freddo, non riuscirete ad amalgamarla bene). Diluite fino a riempire la tazza, poi potrete aggiungerla al resto della panna, sempre mischiando velocemente o con le fruste elettriche in movimento. Montare la panna.
IMG_7050 IMG_7047 IMG_7055

A questo punto, la torta in frigo sarà fredda da poterci spalmare sopra, lo strato di panna montata. Mettere nuovamente in frigorifero o in congelatore.
IMG_7056 IMG_7058 IMG_7059

Per la glassa: Ammollare la colla di pesce in acqua fredda mentre mischierete le polveri e i liquidi senza formare grumi. Portare ad una temperatura di 103/104° (circa 3 minuti da quando bolle). Togliere dal fuoco e unire la colla di pesce ben strizzata. Quando la glassa arriva ad una temperatura di 50° (leggermente tiepida), versarla nella torta che toglierete dal congelatore.
IMG_7077 IMG_7078-001 IMG_7079-001 IMG_7080-001 IMG_7081-001 IMG_7098-001

Secondo voi, è stato più semplice fare la torta o postare questa ricetta?
Ne avrei fatte 3 nel tempo in cui ho scritto, scelto e ridotto foto. Mi merito un monumento… 😆

Qui, alla fine, posto la stessa torta alla frutta, per la ricetta ne riparliamo un’altra volta. Stasera ho già dato per il mio blog. 🙄
Il bianco sopra è ghiaccio, l’avevo appena tirata fuori dal congelatore.. 😆

IMG_6826

alla prossima, doretta

Tiramisù veloce

Non è una novità, l’avevo proposto anche sul mio vecchio blog “dolcipensieri”. La ormai famosa “Camy Cream”. La riscrivo qui perché val la pena ricordare la ricetta. Questa crema ha una storia infinita, ma la voglio fare breve, Araba Felice l’ha proposta fatta con mascarpone e latte condensato, io ho voluto alleggerirla con la panna montata 😆 . Da qui son nate mille varianti, con nutella, con pistacchio, con nocciole e con tante altre cose. Questa è la base, voi potete usare la fantasia e provare a cambiarla. Essendo di gusto piuttosto neutro, aggiungendo aromi o frutta  cambierà ogni volta e vi sembrerà di aver fatto un dolce diverso. Ci sono dei mascarponi che son più “morbidi” di altri e non van bene. Io ho sempre usato il Granarolo e Coop e mi è venuto sempre benissimo. Uso la panna fresca non zuccherata, altrimenti con il latte condensato sarebbe troppo dolce. Secondo me la panna oplà o simili non va per niente bene, la crema viene troppo “pesante”. Ovviamente i gusti son gusti, per cui aggiungete latte condensato o zucchero a piacere e se vi va anche la oplà.

IMG_3819

Ingredienti:
per un tiramisù per 8/10 persone

  • 500g di mascarpone
  • 400/500g di panna da montare
  • 1 tubetto di latte condensato
  • 1 cucchiaio di marsala semi secco
  • 12 caffè
  • 4/5 pacchetti di savoiardi
  • cioccolato fondente a scaglie
  • cioccolato fondente o cacao per la copertura

Continua a leggere

Salsa di copertura per profiterole

Dedicata a una amica lettrice, Beatrice, una signorina di 9 anni che mi ha rimproverato di non postare più dolci. Hai ragione Beatrice!! Dobbiamo darci da fare e trovare qualche dolcetto nuovo, altro che dieta!!! Beatrice ma tu ce l’hai la ricetta di un dolcetto buono buono e facile da passarmi? Senza lievito però… mi raccomando. Aspetto eh!!

I bignè mi son sempre venuti bene fino all’autunno scorso, quando dovevo portarli a casa di una amica, ho fatto bignè per due pomeriggi, cambiando ogni volta ricetta, ogni volta un disastro. Le infornate andavano direttamente nell’immondizia. Un disastro totale!! Alla fine sono riuscita a recuperare più o meno i bignè che mi servivano… ma erano uno peggio dell’altro. Da quella volta non li ho più fatti e non ho più voglia di farli. Il fatto è che questa glassa è talmente buona che non posso fare a meno di mangiare profiterole per il resto della mia vita. Quindi ho deciso, li compro già fatti al super, finché non mi tornerà la voglia di farli in casa. Devo dire che la glassa è talmente buona che non ci si accorge proprio della differenza. Vero Nicola? ( ne ha mangiati 7 come dessert dopo pranzo :lol:)

Dimenticavo, io l’ho avuta da Robbola e lei l’ha trovata nel sito di Gennarino. Ringrazio tutti e due

Il sommelier consiglia:
Barolo Chinato

Gli ingredienti sono per due sacchetti di bignè del super, vi avanzerà della glassa… non preoccupatevi sparirà subito a colpi di cucchiai!! 😎

Ingredienti per la glassa:

  • 1 litro di latte
  • 100g di cacao amaro
  • 250g di zucchero
  • 60g di farina ( io uso maizena)
  • 100g di cioccolato fondente buono
  • 1 bicchierino di rum ( facoltativo)
  • 4/5 cucchiai di panna montata
  • 2 sacchetti di bignè
  • 1 litro di panna per farcire i bignè

Continua a leggere