Essiccare, tutto qui

IMG_4358 copy

Apro un nuovo post per riunire tutto ciò che ho provato  con l’essiccatore, per rendere più facile la ricerca a voi e a me, ma non solo per questo, io sperimento continuamente e se mi sembra che l’ultima prova sia la migliore, è giusto che la scriva qui. Cerco ogni volta di restringere i tempi di essiccazione e di far meno fatica nel cercare di polverizzare le verdure del dado. Anche se ultimamente, preferisco vedere i pezzettini di verdura, piuttosto che una polvere sottile.

L’ultima mia idea è di mettere le verdure per il dado o il soffritto, in una garza e strizzarla forte, in modo da far uscire tutta l’acqua che altrimenti dovrebbe essere consumata dall’essiccatore mettendoci molto più tempo.

Sarà un post molto lungo, abbiate pazienza… mi ringrazierete il giorno che avrete un essiccatore in mano.😆

Vi consiglio di prendere un essiccatore che non sia troppo compatto, altrimenti i cestelli son troppo bassi e addio meringhe alte.
Spesso non dico i tempi esatti, perché dipende molto dalle verdure. Ci vuole molta pazienza, solo gli aromi essiccano in un paio di ore, anche la pasta fresca fa presto. Ma  in genere si parte  da una notte  a un paio di giorni.

RICETTE

Doriosto:

Quando al supermercato compriamo la confezione di carne per griglia, tipo il pollo o gli spiedini, troviamo sempre una bustina di spezie in polvere per insaporire la carne mentre cuoce.  Ecco, ieri ho avuto tra le mani questa bustina e subito ho voluto provare a farla. Sono andata nei campi a cercare gli aromi, d’inverno non sono belli, ma per fare questa ricetta possono andare bene. Mentre tutto essiccava, è iniziata la caccia al nome. Il nuovo nato doveva avere un nome anche lui. :lol:  Dopo una mezza giornata di indecisione, sono arrivata a fare un sondaggio, la maggioranza delle mie amiche ha scelto!!!

Si chiamerà “Doriosto”.
IMG_5851 copy

Liberamente tratto dal noto insaporitore in commercio.
Le immagini piccole delle erbe sono prese da internet.

Ingredienti: Sale e 15 erbe

alloro maggiorana timo salvia cipollina ginepro rosmarino origano aglio peperoncino senape images carota cipolla sedano

La carota, il sedano e la cipolla, non sarebbero indicati negli ingredienti del noto insaporitore, ma io avevo appena fatto il “soffritto” da essiccare e ho deciso di metterne un paio di cucchiai.
Le dosi sono a piacere e dipende dalla quantità totale che volete ottenere. Ho messo un mazzetto per ogni aroma, le polveri mezzo cucchiaino, un cucchiaino di peperoncino, una carota, un pezzetto di sedano, uno scalogno, 1 spicchio di aglio. Ho tritato tutto e pesato, ho messo il 40/% di sale fino.

Sul fuoco ho mischiato erbe e sale finché si è insaporito tutto, circa 7/8 minuti. Appena tiepido ho messo tutto sul cestello dell’essiccatore. Una notte ed è pronto da macinare fine con un macinacaffè.
Per chi non ha l’essiccatore, può  essiccare tutto nel forno a circa 50°, finché diventa uno strato secco ma non bruciato.

Un profumo indescrivibile!!
Da usare per griglia, pesce o dove preferite.

IMG_5811 IMG_5815 IMG_5816

IMG_5817 IMG_5822 IMG_5823

IMG_5837 copyPronti per essere regalati… ( speriamo sia di loro gradimento :lol: )

IMG_5855 copy

Ragù di verdure

Ho lavato e tagliato le verdure, le ho tagliate a pezzetti e le messe ad essiccare per tutta la notte.

Ingredienti:

  • 1 melanzana
  • 1 zucchina
  • 3/4 pomodori cieliegino
  • funghi pioppini

IMG_4358 copy

Per fare la pasta, rosolare due secondi un cucchiaino di verdure per soffritto. Aggiungere il ragù e mezzo bicchiere d’acqua. Lasciarle cuocere coperte 10 minuti, se si consuma l’acqua e non sono idratate, aggiungerne ancora un poca. Togliere il coperchio e rosolare bene tutto come se fossero verdure fresche, eventualmente aggiungete un po’ di olio.

IMG_4354 IMG_4360

IMG_4361 IMG_4367

Un spolverizzata di ricotta stagionata e buon appetito!

IMG_4383 copy

Verdure per soffritto 

Quando non avevo l’essiccatore, non usavo mai sedano e carote, sempre solo cipolla, perché era l’unica verdura che non marciva in frigorifero. Adesso lo faccio essiccato, è sempre pronto e profumato.

Ingredienti:

  • 370g di carote
  • 250g di sedano
  • 450g di cipolla

Lavare e tritare le verdure, metterle in una garza e strizzarle bene. Uscirà parecchia acqua che accorcerà i tempi di essiccazione.

IMG_4238 IMG_4239 IMG_4240-001

IMG_4074 IMG_4245 IMG_4242

IMG_4272 IMG_4273 IMG_4274

Se volete potete tritare tutto insieme mischiando le verdure. Io questa volta le ho separate.

IMG_4078

Dopo circa 12 ore avrete pronto il vostro magnifico e profumatissimo soffritto

IMG_4463

Dado vegetale:

Questa è l’ultima versione del mio dado, trovo che sia la migliore che ho sperimentato finora.
*Il misto verdure è composto da :  finocchio, pomodoro, verza, spinaci, bietola, zucca gialla, zucchina, patata.

Ingredienti:

  • 250g di cipolle
  • 500g di carote
  • 400g di sedano
  • 350g di misto verdure *

30% del peso delle verdure di sale fino

Dopo aver lavato e pesato le verdure, tritarle con il robot, metterle in una grande garza sopra un colapasta, strizzarle per bene per far uscire più acqua possibile.

IMG_4088 IMG_4077 IMG_4239

mettere tutto in una pentola antiaderente e aggiungere il sale, mischiare a fuoco vivace finché vi sembrerà che non ci sia più acqua. Bastano circa 10/15 minuti.

IMG_4091 IMG_4092 IMG_4096

Mettere tutto nei cestelli dell’essiccatore con la carta forno o con gli appositi dischi in dotazione.

IMG_4097

Dopo una notte, sarà abbastanza secco da poterlo smuovere tra le mani, in modo da allargarlo nei cestelli, al tatto sentirete se ha bisogno di essere essiccato ancora. Di solito ci vuole un’altra mezza giornata. Passarlo al mixer per ottenere una polvere sottile o come piace a voi.

IMG_2327

Dado di carne 

Quando ho comprato l’essiccatore, la prima cosa che ho fatto e stato il dado granulare di carne. Non mi è piaciuto per niente, perché non avevo messo nessun tipo di verdure. Parecchi mesi dopo ho riprovato e  questa volta, mi è venuto benissimo. La carne di manzo non deve essere magrissima, perfetta sarebbe la campanella macinata. Invece della cipolla ho usato lo scalogno.

1cucchiaino e mezzo colmi , corrisponde ad un dado


Ingredienti:

  • 400g di carne da brodo macinata fine
  • 300g di pollo o tacchino
  • 300g di sale fino
  • 500g tra sedano, carote, cipolle e 1 zucchina

Tagliare e lavare le verdure, meglio tritate nel mixer e poi strizzate con una garza per far perdere l’acqua. Metterle in una pentola, possibilmente antiaderente, aggiungere anche  la carne e il sale e lasciar asciugare tutta l’acqua mischiando spesso Ci vorrà circa un’ora. Deve essere molto asciutto.

    

Lasciar intiepidire e poi mettere tutto nei castelli dell’essiccatore per tutta la notte a 70° o in forno a 60° finché sarà quasi asciutto.
Il giorno dopo macinare e rimettere nell’essiccatore a 50° o in forno a 50°, finché vi sembrerà ben secco.
Io ho macinato una terza volta e poi messo nel vasetto.

 

Per fare due minestrine con 500g di acqua, usare 1 cucchiaino abbondante di dado. Se aggiungete anche una punta di quello vegetale sarà ancora più buona.

Dado di pesce

L’avevo fatto molto tempo fa, ma non trovo più le foto in archivio, per cui eccomi qua a ripetere tutto per lasciarlo scritto a chi ne dovesse aver bisogno. Ho usato del pesce che da noi è ottimo per il brodo, i ghiozzi e la bosega ( un  grosso pesce della famiglia dei cefali), per chi non lo trova, io metterei, pesce angelo, scorfano e tutto quel pesce che usereste per farne un buon fumetto. Io ho aggiunto chele e teste di scampi che ho usato per un’altra preparazione.
Si usa tutto spine, teste, code… dopo averlo pulito dalle interiora e lavato.

IMG_4815 copy

Ingredienti:

  • Pesce per  fumetto
  • aromi a piacere

Ho pulito il pesce, l’ho lavato e asciugato, l’ho tagliato a pezzi e appoggiato sui cestelli, con alloro, sedano, prezzemolo, scalogno e carota.  Il giorno dopo era ben essiccato e pronto per essere macinato. Non datevi pena se non viene sottile, il granulato di pesce lo dovremo usare come un brodo fresco, dovremo passarlo al setaccio dopo averlo bollito. Nel barattolo ho lasciato le chele intere degli scampi essiccati, avevo paura di rompere le lame del robot e ho aggiunto un po’ di verdure da “soffritto” essiccate.

Profuma di buon pesce.

IMG_4753 IMG_4757 IMG_4757 IMG_4804

Il concentrato di pomodoro U’strattu ( estratto)
Dopo varie prove eccomi qui a trascrivere la ricetta. Tutto è partito dopo aver chiacchierato con una amica siciliana, Giovanna mi ha raccontato come lo preparano nella sua famiglia … il pomodoro viene tagliato a pezzi e cotto finche diventa denso, si passa nel passa pomodoro,poi si travasa nei piatti e si mette al sole finché diventa asciutto da poterlo maneggiare con le mani unte,  si invasa, si copre con olio e si mette in dispensa.
Purtroppo qui non c’è  il sole siciliano , quindi mi devo arrangiare come posso. Ho pensato subito di utilizzare l’essiccatore e devo dire che viene benissimo. C’è solo un problema, non ho l’esperienza che hanno i siciliani, so che non riuscirei ad utilizzarlo per lungo tempo, se non lo sterilizzassi. Quindi ho pensato di ridurre la cottura iniziale per sostituirla con i 25 minuti che la farò bollire con il vasetto.
Alla fine, secondo me, il risultato non cambia ed io sarò più tranquilla. Metterlo in un telo di lino a “scolare” l’acqua non da lo stesso risultato.
Tutte le modifiche le ho studiate consultandomi con la mia amica Serafina che ringrazio pubblicamente.
Con 3 chili di pomodoro mi son venuti 150g di concentrato.
Lavare benissimo il pomodoro, io alcuni li ho anche pelati con lo sbuccia pomodoro (  praticissimo, ve lo consiglio) e farli bollire il tanto che basta perché si formi acqua da coprire tutto.
estratto di pomodoro IMG_2462 IMG_2463
Metterlo in uno scolapasta per circa un’ora poi passarlo con il passaverdura.
 IMG_2464  IMG_2466
Ora dobbiamo togliere più acqua possibile, metterlo su una garza e lasciarlo riposare circa 2 ore o una notte in frigorifero. A questo punto sarà diminuito anche di volume.
IMG_2740
Metterlo in un piatto dentro l’essiccatore a 70°, mescolando ogni tanto.
IMG_2745
 Quando avrà raggiunto una consistenza pastosa come quello del tubetto industriale e non cadrà più dal cucchiaio rovesciato, il concentrato sarà pronto. Ci vorranno circa 12 ore
IMG_2556
Se invece del piatto usate la carta forno, bastano poche ore ed è pronto, ma tende ad attaccarsi, perciò conviene passarlo nel piatto appena vedete che la carta tende a rompersi quando mischiate.
IMG_2787 copy
Far bollire 25 minuti lasciandoli raffreddare nella pentola

eccoli pronti prima di sterilizzarli
IMG_2792 copy
Paté di ciiegino o datterino essiccato
Da qualche anno abbiamo deciso che per far ombra sotto la tettoia, non mettiamo più fiori rampicanti, che non sempre vengono belli e fitti. Mettiamo pomodori datterini e ciliegino, molto più carini e utili e quindi mi ritrovo parecchi pomodori da utilizzare.
Avendo l’essiccatore, ho deciso di fare il patè di ciliegino essiccato per poterlo usare nei mesi invernali, per la pasta o per dare più sapore ad alcuni cibi.
Le dosi sono a caso

Ho essiccato il ciliegino e poi l’ho macinato con i capperi di Pantelleria e sale
IMG_3361
IMG_3317  IMG_3319
IMG_3347 IMG_3348
Dato che poi ho imparato ad essiccare i capperi… meglio metterli essiccati, il paté durerà di più.
Li ho messi in vasetti molto piccoli, con olio extra vergine e conservati in frigorifero
Si possono fare bruschette o condire semplicemente la pasta. Oppure aggiungerlo al sugo di pomodori freschi.
IMG_3368
Polvere di zucca 
Si usa per fare la pasta fresca, ravioli, tagliatelle o qualsiasi formato…oppure per aromatizzare i ripieni
Quest’anno trovo delle zucche meravigliose, hanno un colore bellissimo e sono molto dolci. Sono le zucche di Zerbinati.
img_3531
Pulire e lavare la zucca
img_30202 img_3021

Grattugiarla o metterla nel mixer per tagliarla a julienne ( farà prima ad essiccare e si andrà meglio a macinarla)

img_3508 img_3510

Passarla nel mixer fino a farla diventare una polvere finissima, io alla fine la passo nel macina caffè

img_3516

IMG_3600

Polvere di spinaci

Nel mio orto c’erano gli ultimi spinaci a foglia grossa, li ho raccolti e li ho messi nell’essiccatore, un paio di ore  a 50° ed erano  secchi, li ho macinati subito ed è venuta una polvere di un verde bellissimo. Bella idea per fare ravioli, pasta fresca, gnocchi. Si amalgama benissimo alla farina.
img_33991

IMG_3527 img_3354

Dopo averli macinati li ho passati al setaccio per togliere eventuali gambetti che potrebbero bucare la pasta fresca per ravioli.

.img_33961 img_34181

Polvere di rapa rossa

Poteva mancare la polvere di rapa? Certamente no!!! Mi sto divertendo un mondo a ricavare colori naturali dagli ortaggi.  Ho usato le rape al vapore, quelle vendute sottovuoto, tagliate a fette sottili, essiccate e poi macinate. Ma si possono usare anche quelle al forno.
Ecco la bellissima polvere che ho ricavato da una busta di rape precotte a vapore.

IMG_3585

IMG_3623 IMG_3624

IMG_3844

Polvere di capperi

In un bellissimo ristorante a Mazzorbo, in una location da sogno, ho mangiato 8 portate una più buona dell’altra. La chef Paola Budel, usa spesso salsine e aromi vari, anche una semplice bruschetta, diventa tra le sue mani, un piatto importante. Una delle cose che mi ha colpito è la polvere di capperi che ha usato nella bruschetta con pane ai cereali e pomodoro giallo.  Siccome a noi piacciono molto i capperi e ho l’essiccatore, ho deciso di farli anche io. Peccato non avere il pomodoro giallo che è molto più carnoso del rosso, ma con un filo di buon olio extra vergine di oliva e un pizzico di polvere di capperi, anche questo era buonissimo. Ho usato la polvere anche per insaporire il filetto di tonno e del vitello alla senape che posterò in seguito. Il pane mi è stato regalato dalla stessa Paola insieme ad un grande vaso di confettura fatta da lei.

img_1350

Ho lavato velocemente i capperi per togliere il sale e li ho lasciati asciugare una notte. Ho foderato un cestello dell’essiccatore con carta forno bucherellata, per far passare l’aria.

img_1264 img_1265

Ho lasciato essiccare a 40° per circa 5 ore, poi ho macinato tutto e messo ancora una volta nei cestelli ad essiccare per altre 2 ore. Ho macinato ulteriormente e rimesso nei cestelli per circa 30 minuti.

img_1262 img_1265 img_1277

img_1285

img_1293

Le meringhe:

Bisogna essiccarle bene, altrimenti a temperatura ambiente tendono a sciogliersi. Meglio aggiungere tutto lo zucchero con le fruste.  Potete fare meringhette, cerchi per torte, o piccoli cestini da farcire di panna e frutta.

All’inizio si può usare la temperatura a 70°, quando sono quasi asciutte, bisogna abbassare almeno a 50° per non farle diventare gialle. Per vedere se è pronta… ne rompo una… e poi ancora una…😆
Usare la carta forno, altrimenti faranno fatica a staccarsi dai cestelli. Appena saranno asciutte esternamente, si staccheranno facilmente  e potrete togliere la carta.

La ricetta di Montersino è per il forno…io ho fatto le mie modifiche per l’essiccatore.

Ingredienti:

125 g di albumi
220 g di zucchero semolato
125 g di cioccolato in gocce (io preferisco scaglie di ciocco fondente)
1 baccello di vaniglia
cacao amaroMontare l’albume con 125g di zucchero fino a ottenere una massa ben soffice poi aggiungere a mano il resto dello zucchero.Sempre a mano aggiungere le gocce e la vaniglia.
Con la sacca e la bocchetta liscia … spremere piccoli mucchietti distanziati tra loro spolverizzati di cacao.Infornare a 100° per circa 3 ore.Io ho aggiunto tutto lo zucchero con il ken e le ho messe nell’essiccatore.Poi le ho spolverizzate di cacao.Devo dire che l’amaro del ciocco con il dolce della meringa,ci sta proprio bene.
Nome: meringhe al cioccolato copy.jpg<br /><br /><br /><br /><br /><br /><br /><br /><br /><br />Visite: 4<br /><br /><br /><br /><br /><br /><br /><br /><br /><br />Dimensione: 94.3 KB

IMG_25152

Fette biscottate o pane per bruschetta:

Se vi piace fare il pane in casa, con l’essiccatore potrete biscottarlo senza problemi. Per bruschette è perfetto, le potete tenere fino all’ultimo momento, prima di farcirle e servirle se le vorrete calde. Non si bruciano.

fette_biscottate11

La pasta fresca:

Se è piccola, essiccherà in breve tempo, non diventerà gialla….rimarrà proprio come l’avete fatta. La pasta con ripieno devo ancora sperimentarla.

IMG_25963

Mancano gli aromi essiccati… e chi sa quante altre cose.

121 thoughts on “Essiccare, tutto qui

  1. Doretta, sei sempre precisa e…utile!! Però non avendo io l’essiccatore, non posso copiarti tutte queste bellissime cose! Anche se, veramente, il dado vegetale l’ho fatto…essiccando dentro al forno…!! Non è lo stesso, ma è buono uguale. Ciao, grazie per i suggerimenti. Mafi

  2. Ciao Doretta ti seguo da parecchio tempo e trovo che tutte le tue ricette sono fantastiche. Ho due domande da farti :
    1) ho l’essicatore da qualche mese e vorrei chiederti a quanti gradi fai essicare le verdure perchè a volte trovo alcune verdure un po’ bruciacchiate (es: la cipolla).
    2) vorrei provare a fare il dado di carne e ti chiedo se la carne macinata per ragù (mista) potrebbe andare bene.
    Grazie ancora

    • Ciao Monica

      1) Se era bruciacchiata è perché l’hai lasciata troppo tempo. Se la metti a 70° poi appena si è appassita o controlli o abbassi a 40/50°. Oppure inizia subito da 50°, sarà un pochino più lunga ma non si brucerà.

      2)In teoria può andare anche quella mista, se ti piace che dentro ci sia il maiale. Come sai la carne trita, ha tutti gli avanzi della macelleria. Magari ti viene ancor più saporito. Prova e poi fammi sapere.
      Grazie a te e se hai bisogno, sono qui.

  3. guarda, fattelo dire: SEI SPETTACOLARE!!! Ma cosa tutto non hai provato??? Addirittura le meringhe…non ci avrei mai pensato. Ora so per cosa potrei chiedere in prestito a mia suocera l’essicatore che ha dimenticato nel ripostiglio, praticamente mai usato! Senza considerare le risorse dell’orto che a volte davvero non si sa più come conservare, dopo averne fatto indigestione. Grazie, grazie mille!😀

    • Ma fattelo dare subito!!!!!! Anche solo per il dado vegetale, ne vale veramente la pena!!!
      Le meringhe sono una cannonata, nel forno non mi venivano mai bene, o diventavano gialline o facevano crepe. Qui rimangono perfette. E il concentrato di pomodoro? È uno spettacolo, la soddisfazione di riuscire a farlo è grande. Il profumo è intenso e diverso da quello comprato. Lo so, ci vuole tempo…ma mica dobbiamo fargli la guardia. Io vado via anche mezza giornata… non succede nulla. Se a bassa temperatura, vado via pure tutto il giorno e lui lavora.
      Grazie!!!

      • carissima…ho finalmente recuperato l’essicatore che mia suocera è stata ben felice di darmi! Ho tante zucchine dell’orto, qualche pomodoro e altre verdure e tanta voglia di provare a fare qualcuna delle tue meraviglie!!! ti farò sapere, un bacio :-*

      • Evviva!!!!! Non far vedere a tua suocera quello che farai, altrimenti lo rivuole!!!!😆
        Prova il dado vegetale e l’insaporitore Doriosto, sono fantastici. Ciaooo aspetto notizie!

      • Eccomi di nuovo qui…sto sperimentando con l’essicatore di mia suocera, ora sto provando a fare i pomodori secchi; vorrei provare a fare anche il patè di ciliegini… C’è solo un problema: l’attrezzo in oggetto non ha termostato e non sono riuscita a capire a che temperatura va! Nella confezione e nelle istruzioni non è indicato, ho trovato solo scritto che ha potenza 250W…qualche consiglio???

      • Eh lo so, i pomodori sono un problema anche per me. Io se devo tenerli in vaso per aggiungerli al brodo o qualche sugo, li essicco parecchio… se invece devo fare il paté o metterli sott’olio, li lascio più “morbidi”.

  4. Ciao ..ho fatto il dado di carne …SQUISITO!!! Ho utilizzato la macinata per ragù di puro bovino e carne macinata di fesa di tacchino… Grazie x il consiglio infatti la mista ha il maiale. Inoltre ho fatto anche il ragú di verdure con pomodorini, olive nere, capperi e cipolla … Peperoni, cipolla e pomodori … Invece per quanto riguarda la frutta ??? Qualche ricetta sfiziosa ?? Aspetto con ansia .. Io ho solo fatto polvere di scorza di agrumi aromatizzata x dolci e biscotti .. Arancia con cannella e limone con salvia. Buona giornata a presto e grazie ancora

    • BENE!!! Mi fa piacere!!
      Buono il tuo ragù!! Che olive hai usato? Lo farò anche io.
      La frutta non mi piace essiccata, ho fatto le mele e le aggiungerò ma non mi sembra una ricetta sfiziosa😆
      Vedrò di sperimentare qualcosa quando ci sarà la frutta primaverile. Ho fatto il dado di pesce, buonissimo, ma le foto son perse nel vecchio pc. Devo rifarlo ma il mio pescivendolo è in ferie tutto il mese.
      GRAZIE A TE!!!!

  5. Ciao Doretta!🙂
    Il post è lungo, ma si legge volentieri perché tante delle cose che hai scritto per me sono nuovissime.
    Non ho l’essiccatore purtroppo, e ad essere sincera non so neanche come sia fatto…😦
    Vedo che di cose se ne possono fare tante, però, e tutte utili!
    Peccato che Babbo Natale e Befana abbiano già fatto ritorno al loro paese, altrimenti un pensierino ce l’avrei fatto… 😉
    Bellissimi i colori delle immagini, bellissimi davvero!🙂
    Per caso, a giro nel tuo blog, è possibile trovare le ricette delle meringhe e delle fette biscottate bicolore?🙂

    • La ricetta della meringa c’è, son quelle al cioccolato di Montersino. Se non vuoi il ciocco, non lo metti.
      Per le fette biscottate, avevo preso la ricetta in rete… non ce l’ho più.
      C’è sempre il prossimo Natale😆
      Grazie!!!

  6. Ho usate delle comuni olive nere snocciolate e le ho tagliate a rondelle
    Aspetterò con ansia la primavera nel frattempo mi godo le “primizie” del tuo blog
    A presto

  7. ciao Doretta ho scoperto da poco questo tuo blog e ne sono stata subito affascinata , specialmente sull’argomento dell’ essicazione con le ricette con tutte le varie fasi, è da un po che avevo pensato a comprarmi un essiccatore ma poi non ci avevo pensato più, ma adesso leggendo il tuo blog non ho più ripensamenti ,solo ti chiedo un consiglio , visto che tu lo usi ,potresti consigliarmi la marca e il modello giusto per non sbagliare .grazie

    • Ciao Doretta,
      voglio riprendere ad essiccare….e qui ne trovo di spunti…grazie!!!
      Mi diresti per cortesia cosa sono qui fogli scuri su cui hai appoggiato le fette di rape rosse ed altri alimenti?
      grazie, un abbraccio!!!
      Susanna

      • Scusami, ho visto solo ora che non c’è la mia risposta. Sono i fogli che vendevano alla Lidl, si usa al posto della carta forno, ma è riciclabile. Io l’ho bucata per l’essiccatore.

  8. Pingback: Bastoncini di pesce, tutta mamma sua… | Sarda in Saòr

  9. Ieri sera ho frullato gli ingredienti per il dado-soffritto, li ho strizzati nello straccio, ripassati in padella con il sale e li ho messi ad essiccare in forno (purtroppo non ho un essiccatore). secondo te cos’è meglio a questo punto? tenerlo in un barattolo ermetico in frigorifero? congelarlo in cubetti?

  10. Ciao Doretta,
    vedo solo ora la tua risposta, ho un foglio da forno, che ho acquistato anch’ io alla lidl!!!…..quando torneranno in offerta ne comprerò altri per tutti i cestelli!
    Un abbraccio e grazie ,
    Susanna

  11. utilissimo questo post, per chi come me ha appena preso l’essicatore. Era da un paio d’anni che lo guardavo e questo natale è arrivato.
    Ma ho solo qlche domandina. Come faccio a mettere le polveri e le verdure frullate se i ripiani sono buccati??? Dove trovo quei dischetti che dici di usare?? La carta forno è quella normale del supermercato o altro?
    Grazzzie :-*

    • Puoi usare a normale carta da forno, tagli dei cerchi e li metti nei cestelli. Non prendere i cerchi di silicone, che vendono per essiccatore, sono scomodissimi, io li ho e non li uso. Ciao

      • DEVO farli i bucchi nella carta forno o posso lasciarla anche cosi???

        Ma con tutto quel cha hai seccato quanto hai pagato di bollette hehehe… hai seccato di tutto😀
        Io nn vedo l’ora che arriva il periodo dei fichi (quasi quasi l’h preso solo per quelli😀 )

      • Non serve fare i buchi, ma se li fai passa più aria.
        Non consuma molto, quando arriva in temperatura, consuma poco.
        I fichi ci mettono parecchio, ho provato solo una volta, perché io non li amo essiccati, preferisco andare sotto l’albero.😆

  12. grazie!!mi hai dato un sacco di idee.mio marito per il mio compleanno mi ha regalato l’esiccatore e cercavo delle indicazioni su come usarlo,mi sei stata di grande aiuto.grazie.ti faro’ sapere se ho trovato delle ricette buone

  13. grazie mille per i tuoi suggerimenti! Ho comprato l’essiccatore da poco, e sono anche io “lanciatissima” in una serie di esperimenti…. e mi gaso ogni giorno di più! Vivo in Sicilia, ma nel mio appartamento non godo di una luce eccezionale, per cui penso che approfitterò di questo splendido elettrodomestico per sopperire e preparare tante buone conserve possibili con i prodotti della nostra terra!!!!

  14. ciao bellissimo blog, io ho provato ad essiccare gli spaghetti fatti da me, ma sono venuti troppo secchi. A quale temperatura e per quanto tempo fai seccare la pasta? Grazie

  15. Cara Doretta,
    complimenti per l’impegno e, sopratutto, per la fantasia, unico neo le temperature, per ottenere ottimi prodotti essiccati non dovresti mai superare i 50°C, meglio se ti tieni sui 40°, questo perchè oltre i 50° molti olii essenziali se ne vanno per aria e poi si innesca un processo di cottura, che è una cosa diversa dall’essiccazione.
    Contattami via mail, io produco essiccatori solari, ho molte immagini carine da mostrarti.
    Buon divertimento.
    Claudio

    • Ciao Claudio
      In genere lo metto sui 50° perché lo lascio acceso la notte. Con l’esperienza si imparano nuove cose.
      Se vuoi mandarmi qualche foto, la mia mail è a destra del blog.
      Grazie!

  16. Ciao, ho appena comperato l’essicatore e questo tuo post è straordinario, lo consulterò spesso, complimenti davvero. Ciao.

  17. complimenti!!!ho da poco preso l’essiccatore e proverò di certo le tue stupende ricette!!!!
    prima ne avevo costruito uno che usavo solo per i pomodori…..il tuo blog mi ha fugato tutti gli ultimi dubbi sull’aqusto..
    ho preso un dcg che è una favola.

  18. Ho bisogno di una info, ma per fare il paté o il concentrato, dove posso mettere il pomodoro?perché sulla carta forno si appiccica tutto e nn so se un piatto in ceramica può funzionare. Esiste un piatto apposito per l essicatore? Grazie mille!!!

  19. Ciao
    Io l’ho messo sul piatto di ceramica, ma solo quando stava per attaccare alla carta. No non esiste un piatto fatto apposta, questo mio essiccatore ora ha dei fogli di silicone bucati,fatti apposta per cose del genere.

  20. Ciao Doretta, bellissimo questo post. Volevo chiederti se finora hai provato ad essiccare i ravioli freschi?
    Grazie!

    • Rispondo anche qui. Ho solo fatto una prova, ho essiccato parzialmente due/tre ravioli. Ho però letto, sul libretto della biosec, che la cosa è fattibile.
      Ciao Laura, grazie!

  21. ciao!
    complimenti per il post,ho iniziato a sperimentare tutto quello che hai scritto🙂
    una curiosità: hai mai provato ad essiccare le fette di mela? ho provato ad essiccarle ma diventano sempre nere e sembrano bruciate:/ se hai qualche consiglio lo accetto ben volentieri🙂 grazie!!!

  22. Ciao, mi sto documentando per l’acquisto dell’essiccatore, e sono finita da te. Nella ricetta del dado vegetale hai scritto “350g di misto verdure ” cosa intendi di preciso?. Ciao e grazie.

    • Ciao
      Intendo tutte le verdure che piacciono a te per fare un dado.
      Io metto, carote, sedano, cipolla, finocchio, zucca, zucchine a volte rapa, bietola. Di base le verdure principali sono le prime tre, poi un pezzetto di tutto il resto.

  23. Ero in dubbio se prendere l’essiccatore o no. Adesso non posso perché non ho spazio ma tra pochi mesi si cambia casa e allora…grazie a questa fantastica raccolta di ricette con l’essiccatore tutti i dubbi sono spariti e sarà mio!!! Grazie di nuovo, l’ho messo tra i preferiti così quando mi servirà avrò tutto a disposizione🙂
    PS: il soffritto si conserva nei vasetti come il dado, ad esempio? e per quanto tempo si può tenerlo?
    Ti ringrazio ancora!!!

    • Si,si conserva come il dado. Se lo hai essiccato bene, si conserva per mesi. Ma a me non dura molto, perché ne faccio molto uso, dato che è pronto li ad aspettarmi.🙂
      Grazie a te!

  24. Ciao, vorrei sapere come si utilizza il preparato soffritto, si mette direttamente nell’olio in pentola oppure va idratato prima? E le polveri di zucca e spinaci ok le posso mescolare alle farine per gli impasti ma per i ripieni come mi regolo? Grazie infinite

    • ciao
      Il soffritto lo metti nell’olio ma aggiungi anche un paio di cucchiai di acqua, altrimenti si bruciamo e non si idratano. Le polveri si usano per gli impasti, se lo vuoi usare per ripieno, devi fare delle prove, secondo il tuo gusto, considera che un cucchiaino di spinaci è una bella manciata di quelli freschi.
      Grazie a te

  25. Ciao, bellissimo questo articolo!!!!
    Io non l’ho uso molto l’essiccatore ma sto provando con la pasta fesca, di sola acqua, e non ci riesco…. Faccio i maccheroni con il torchio e mi cremano tutti!!!!
    Tu che temperatura metti e quanto tempo ?

    • Sara, non so se ho capito la domanda. Fai la pasta di sola acqua?
      Io non faccio la pasta con il torchio, la faccio a mano con grano duro, acqua e un filo d’olio, poi essicco a 40/50°. Non si è mai cremato nulla.

  26. ciao…vorrei provare il dado vegetale ma non capisco se la quantita’ di sale è del peso delle verdure già strizzate oppure dopo…grazie ciao

  27. Cara Doretta,per caso mi sono imbattuta nel tuo blog e, visto che tratta in modo assai esauriente argomenti molto specifici e difficili da trovare, mi rivolgo a te per chiedere lumi sul procedimento da seguire per fare l’albume secco “casalingo” e la relativa sua conservazione.Premetto che non possiedo un essiccatore e che, quindi,il mio unico mezzo “professionale” è il forno di casa,che,tra l’altro,non è sempre obbediente.Grazie in anticipo per la tua eventuale risposta.Daniela

  28. Sei fantastica Doretta!!! Ci sto pensando per l’acquisto dell’essiccatore, per il mio futuro di pastaiola!!! Ho smesso di preparare la pasta fresca in casa per dedicarmi a tempo pieno ai miei bambini. Ora che anche il piccolo va all’asilo e la grande alle elementari, avrò più tempo per prepararla!!! Grazie ancora!!
    Poi ti chiederò lumi sul modello da acquistare ma soprattutto la potenza e i gradi.😉

  29. Ciao ,ti ho scoperto per caso…..sono contentissima che mi sia accaduto!! Belle le tue ricette ma ancora più sbalorditivo è quello che riesci a fare con l essiccatore…..io vorrei realizzare una pasta fresca ai pomodori secchi…..secondo te in che modo si ottiene il miglior risultato con il paté di pomodori o con gli stessi ridotti in farina? Ciao e grazie.

    • Secondo me, dovresti raccogliere le bucce dei pomodori, essiccarle e poi macinarle. Otterresti una polvere perfetta per la pasta. Per macinare fino è meglio farlo quando le bucce sono secche e calde. Un prodotto finissimo viene bene con un banalissimo macina caffè, io l’ho comprato e lo tengo per fare queste polveri.
      Grazie a te!

  30. Complimenti che idee meravigliose!! Ho preso anch’io un essiccatore da poco, credo ti copierò tutto!! 😂
    Pensavo che avrei trovato anche qualcosa sulla frutta… Non lasciarci a secco!!! Io la aspetto!!😀

  31. Chiedo una info: quanti grammi di polvere di rapa o spinaci vanno usati per fare 300 g di pasta fresca?? Grazie e complimenti!!

  32. Appena comperato l essicatore e le tue ricette mi piaciono proprio così stasera ci proverò pure io….grazie Dell aiuto

  33. Ciao hai mai provato ad essiccare un filetto di pesce (salmone tonno baccalà) ma non completamente, per capirmi meglio tipo il salmone che troviamo già affettato al supermercato… Grazie

  34. Grazie innanzitutto. Il mio quesito: è possibile con l’essiccatore che mi è stato da poco regalato accelerare il processo di asciugatura delle verdure da mettere sott’olio? Grazie se vorrà rispondere e buon lavoro
    Grazia

    • Se ho ben capito, stiamo parlando di accelerare le verdure che di solito si mettono su un panno tutta la notte ad asciugare l’acqua della bollitura? Se ho capito bene, non l’ho mai fatto ma perché no? L’essiccatore se messo a bassa temperatura asciuga.

  35. Ciao, per quanto riguarda il dado è possibile essiccare le verdure separatamente e aggiungere il sale in un momento successivo quando le verdure sono gia secche? Cambia qualcosa? Ti ringrazio

    • Ciao Mario. Lo faccio anche io. Non faccio più il dado cotto e poi essiccato, mia figlia preferisce quello come vuoi fare tu. Quello cotto sarebbe più indicato perché le verdure hanno assorbito il sale, ma se tu ogni volta che lo usi gli dai una bella mescolata nel barattolo, hai lo stesso un buon prodotto.
      Ciao

  36. Ti ho scritto tempo fa per chiederti se era possibile secondo te usare l’essiccatore per agevolare l ‘asciugatura delle verdure da mettere sotto olio. Ho provato come mi avevi consigliato con le basse temperature. Ho ottenuto eccellenti risultati lasciando le verdure nell’essiccatore
    a 30gradi per 6 massimo 8 ore. Le conserve sono rimaste ferme e croccanti .

Grazie a chi lascia un commento e a chi solo, mi legge.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...