Carciofi ripieni di Rita

img_3921

Rita, sempre lei, ogni tanto mi sgancia una ricetta ligure.
Tutto a occhio, dice, io ho fatto cosi.
” I carciofi vanno interi non a metà!!”
Mi sgrida pure…
Non sono riuscita ad allargarli, avevano le foglie talmente strette che ho deciso di tagliarli.
Alla fine il sapore non cambia, sono buonissimi.

Grazie Rita

Ingredienti:
4 carciofi
1 panino grattato
prezzemolo
3/4 cucchiai di parmigiano
1 uovo
1 pezzetto di aglio ( forse non doveva esserci..boh)

Ho messo nel robot, il prezzemolo, l’aglio, il parmigiano, il pane. Ho macinato tutto e poi ho aggiunto l’uovo. Ho lavato e tagliato e carciofi, ho tolto un po della barbetta e li ho riempiti con il ripieno di pane. Ho messo tutto in una pentola con olio evo, ho fatto rosolare qualche minuto, ho aggiunto due dita di acqua sotto i carciofi, ho  continuato la cottura con coperchio a fuoco dolce.

 

img_3901   img_3903   img_3906   img_3908
img_3917

Annunci

Plum cake all’olio e arancia

IMG_0512
Mi stavo rassegnando, ho provato due volte a fare questo plum cake, ma niente a me non riusciva. Ho aspettato di essere sola e con calma mettendoci un po’ del mio intuito, ho riprovato pensando ” questa sarà l’ultima volta, tanto lo so, neanche mi piacerà, è così banale”.
E invece ci sono riuscita, ho semplicemente capito alcune cose, tra cui il fatto che forse lo cuocevo poco e beh… non è buono…. è buonissimo!!!!
Cosi come tutte le cose che mi piacciono e meritano di essere rifatte, finisce qui, nel mio blog e se volete provare anche voi….
Da una ricetta di Iginio Massari

Ingredienti:

150 gr  farina 00
55   gr  farina 00
150 gr  uova
150 gr  zucchero
80  gr  olio di riso
5     gr  lievito per dolci
1     arancia scorza
25   gr  succo di arancia
1,5  gr sale

Stampo 24 x 11

Scaldare a bagnomaria o nel kenwood cooking chef le uova con lo zucchero, la scorza e il succo di arancia, il sale, fino a 40° di temperatura. Togliere dal bagnomaria o portare a temperatura 0 il Kcc e montare le uova per 15 minuti.
Setacciare 150g di farina per due volte, insieme al lievito e aggiungerlo al composto di uova con il lecca pentole, cercando di non smontare tutto. Incorporare l’olio in 4 volte, infine i 55 g di farina, setacciata per due volte.
IMG_0467     IMG_0469     IMG_0470     IMG_0471
IMG_0474     IMG_0475     IMG_0476     IMG_0477
Mettere l’impasto nello stampo e  con il lecca pentole, sporco di burro fuso, fare un taglio sulla superficie del plum cake.
IMG_0478               IMG_0479
Infornare a forno caldo temperatura 190° per 20 minuti, poi a 180° per altri 20 minuti
A fine cottura fare la prova stecchino, perché ogni forno cuoce a modo suo.

IMG_0513

Scendiletto

 

IMG_9566

Da una ricetta di Iginio Massari
Non conoscevo questo dolce, tanto amato in Toscana. Infatti la prima volta ho sbagliato altezza, ho messo tanta crema, invece lo strato di crema deve essere di appena 1,5 cm circa e va mangiato tiepido. Devo dire con tutta sincerità che a me è piaciuto sia alto che basso e sia tiepido che freddo,anche se quello basso mangiato tiepido ha una marcia in più.
Inizialmente ho trovato una difficoltà, Massari dice di tagliare la sfoglia che va messa sopra, di due cm più grande, ma se la sfoglia va messa dentro lo stampo, come si fa a tagliarla più larga? Ho risolto risalendo un pochino sui bordi, tanto poi, basta rifilarli e avremo un dolce perfetto.

Continua a leggere

Bacalhau à Gomes De Sà

IMG_8672
Mai cucinato cosi poco come negli ultimi due mesi. Dopo la brutta influenza con insufficienza respiratoria, invece di riposare, ho avuto altri guai. Forse per questo la bronchite asmatica, non mi vuole lasciare. Non le ho dato importanza e si sta vendicando.
Appena mi lascerà farò una grande festa, per ora pubblicherò qualche ricetta che ho fatto prima delle feste di Natale.

Questa ricetta portoghese pare sia da attribuire ad un certo Josè Gomes de Sà, un commerciante  di baccalà. Noi l’abbiamo apprezzata molto.

Ingredienti:
700g di baccalà sotto sale
4/5 patate grandi
2 cipolle bianche
olive nere
olio extra vergine
2/3 uova
prezzemolo
latte

Dopo aver lasciato a bagno il baccalà per 3 giorni cambiando spesso l’acqua, l’ho tagliato e messo a bollire per circa 10 minuti. Dopo averlo scolato ( NON BUTTARE L’ACQUA!), l’ho spinato e messo a bagno nel latte caldo per un paio di ore.
IMG_7477 IMG_8643 IMG_8646 IMG_8648
Ho lessato le patate per 10 minuti nell’acqua del baccalà.
Ho tagliato la cipolla e l’ho cotta senza farla bruciare con olio extra vergine. Ho tagliato a fette le patate e ho finito la cottura insieme alle cipolle, dorandole.
IMG_8644 IMG_8649 IMG_8650 IMG_8651
Ho aggiunto il baccalà dopo avergli tolto la pelle e le eventuali spine rimaste. Ho fatto saltare nella padella per qualche minuto e alla fine ho aggiunto il prezzemolo e le olive.
IMG_8653
Ho messo tutto nel piatto di portata, decorando con fettine di uova bollite.
IMG_8660

Torta soffice al tiramisù

IMG_8059
La foto della rivista era molto invitante, non potevo lasciarlo perdere.  Ho fatto poche modifiche sulle dosi e ho pastorizzato le uova. Buonissimo!! Uno dei migliori tiramisù che abbiamo mangiato.

Ingredienti:

per il pan di spagna:
3 uova
75 g di zucchero
75 g di farina

per la crema mascarpone:
4o ml di latte
2 fogli di gelatina
3 tuorli
200g di zucchero
250 g di mascarpone
250g di panna fresca da montare
savoiardi

per la bagna:
5/6 caffè
zucchero
marsala semi secco

Fare in pan di spagna, montare le uova con lo zucchero, io lo faccio con il mio Kcc a 40° e viene una bomba, in 5 minuti è pronto. Aggiungere a mano dall’alto verso il basso, la farina setacciata.
IMG_7973
fare uno sciroppo con 75 g di acqua e i 200 g di zucchero, portarlo a 121° e aggiungerlo a filo ai tre tuorli, montando con le fruste elettriche. Mettiamo da parte.
IMG_7983 IMG_7984 IMG_7986
Scaldare il latte e aggiungere la gelatina dopo averla ammollata in acqua fredda. Unirlo al mascarpone mischiando velocemente. Incorporare anche il composto di uova pastorizzate e la panna montata, mischiando dall’alto verso il basso per non smontarla.
IMG_7988 IMG_7989 IMG_7990
IMG_7991 IMG_7992 IMG_7993
Montare il dolce che sarà sotto sopra. Sulla base dello stampo mettere la pellicola e sui bordi un foglio di acetato. Mettere un terzo della crema mascarpone, i savoiardi bagnati nel caffè zuccherato e marsala, il resto della crema, chiudere con il pan di spagna ( confesso che ho resistito a non mettere scaglie di ciocco fondente e mi sono pentita). Chiudere tutto e mettere a riposare in frigorifero per 24 ore.
IMG_7995 IMG_7996 IMG_8001
IMG_7997 IMG_7998 IMG_8000
IMG_8001 IMG_8002 IMG_8003
Il giorno dopo togliere lo stampo, rifilare i bordi
IMG_8035 IMG_8036 IMG_8037
Spolverizzare di cioccolato fondente grattugiato o cacao amaroIMG_8074

Vermicelli di pesce alla carbonara

Guardate mai Alice tv? Io adoro Persegani, mi piacciono moltissime le sue ricette, se poi vedo pesce allora la provo subito. Ed anche questa volta ho avuto occhio, la ricetta di Persegani è buonissima! Da rifare ogni volta che potrò andare in pescheria. Anzi penso che preparerò sacchettini di pesce da cuocere per averlo pronto quando ne abbiamo voglia. La ricetta vorrebbe i gamberi, ma io non li posso mangiare così ho usato gli scampi, ed anche la panna che però ho dimenticato di mettere.

Ingredienti per 4 persone

320g di vermicelli
2 seppie 2 calamari
3 etti di scampi o gamberi
1 chilo di cozze
1 chilo di vongole
olio extra vergine di oliva
prezzemolo
scalogno
aglio
sale e pepe
vino bianco
due uova

IMG_4697

In una casseruola, mettere aglio e scalogno, aggiungere le vongole e le cozze ben lavate, mezzo bicchiere di vino bianco e poi chiudere con coperchio e alzare la fiamma. Appena sono tutte aperte, spegnere il gas e lasciar raffreddare.

IMG_4668 IMG_4670 IMG_4675

Tagliare le seppie e i calamari, lavarli e asciugarli. Pulire gli scampi e lavarli.

IMG_4673 IMG_4674 IMG_4671

Rosolare aglio e prezzemolo in abbondante olio evo, aggiungere le seppie e i calamari e dopo pochi minuti bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco. Coprire e lasciar cuocere circa 30 minuti.

IMG_4677 IMG_4678 IMG_4680

A fine cottura aggiungere gli scampi, le cozze, le vongole pulite dai gusci, sale e pepe

IMG_4681 IMG_4682 IMG_4683

Cuocere i vermicelli in acqua salata, una volta cotti, farli saltare sulla padella del pesce. Fuori dal fuoco aggiungere le uova sbattute con sale e pepe. Mischiare bene un paio di minuti finché l’uovo formerà una cremina.

IMG_4694-001  IMG_4696IMG_4695

Impiattare e se vi piace aggiungere ancora pepe. Troppo buona!

IMG_4706

Biscottini al cocco

 

 

 

IMG_2599

IMG_2430

Niente di nuovo, li conoscete sicuramente, ma se non li pubblico me li dimentico come il solito. Io li adoro… me li devono portare via, altrimenti li mangio tutti! Cocco e cioccolato, la morte sua…
Questi li ho fatti per Paolo che li mangerà con i suoi compagni di corso insieme a dei pasticcini ricotta e amaretti. Spero siano piaciuti.

Per circa 30 pasticcini da 30 g cad.

Ingredienti:

  • 340g di cocco rapè
  • 300g di zucchero
  • 4 uova
  • 40 g di farina
  • un cucchiaio di rum
  • un pizzico di sale

Ho sbattuto lo zucchero con le uova e poi ho aggiunto gli altri ingredienti, se l’impasto è troppo molle, aggiungere cocco, se è troppo duro, aggiungere un po’ di uovo. Dovete riuscire a formare delle palline con le mani, se le bagnate andrete benissimo, volendo si possono fare con la sacca da pasticcere e una bocchetta grande, formando delle fiamme.
Semplicissime, una volta pronte tutte, si infornano a 180° per circa 15 minuti, non perdetele mai di vista… appena colorano, toglietele subito. Una volta fredde, si immergono parzialmente nel cioccolato fondente, oppure immergere mezzo pasticcino.
IMG_2359 IMG_2360 IMG_2362

IMG_2363 IMG_2364 IMG_2365

Dentro sono morbidi, se vi piacciono più cioccolatosi, fate due bagni di ciocco fuso.

IMG_2449

 

Li ho fatti anche ripieni di cioccolato fondente, ma si possono riempire anche con crema nocciola.
IMG_2553 IMG_2554

IMG_2596