Stracotto nella Slow Cooker

IMG_6290

Sabato scorso a casa mia è arrivato babbo Pasquale!!

Vi presento la mia ultima “caccavella”, molti di voi la conosceranno già, anzi molti l’avranno da chissà quanto tempo. Erano due anni che ogni tanto la studiavo… ma il momento di acquistarla è arrivato adesso e per ora ne sono entusiasta. È una pentola elettrica che cuoce a basse temperature, l’esterno è in acciaio satinato, la pentola è in ceramica e il coperchio in vetro trasparente.
La bassa temperatura mantiene la carne più morbida, non consuma i succhi interni e quindi non si restringe troppo. Anche un pezzo di carne non pregiato, lo farà diventare tenerissimo e gustoso. La slow cooker è la crok pot, una pentola che sta avendo successo in Italia da qualche anno, ma che in America è di uso quotidiano. Il problema della bassa temperatura sono i germi dannosi, che con l’alta temperatura vengono distrutti immediatamente, la carne deve raggiungere i 70° in pochi minuti. Per essere più tranquilla io faccio partire a 96° , se ho fretta lascio cuocere sempre a questa temperatura, in circa 4/5 ore avremo cotto il nostro spezzatino, altrimenti abbasso dopo poco e lascio cuocere tutta la notte a 78°. Comunque la pentola mantiene la temperatura costante, per cui rischi non ce ne sono.
La mia Slow  ha tre temperature, 78, 84° e 96°, e infine il mantenimento di calore che  tiene calda la pietanza. Questa ultima opzione l’ho usata a Pasqua, il gulasch è arrivato in tavola, caldissimo.
Qual è invece la comodità di questa pentola? Potete andare a lavorare o a fare shopping  senza preoccuparvi della cena, perché non si brucerà. Dovrete stare attente a non mettere troppo liquido ad esempio nella carne, perché ve ne ritroverete il doppio. Se il coperchio non viene mai aperto, il vapore man a mano si condensa e quindi il liquido non si consuma. Io con il ragù ho sbagliato, ho messo 600g di pomodoro Mutti e mezza lattina di acqua, anche se aprivo il coperchio non si consumava mai.  La prossima volta, userò solo la conserva.
Non si possono cuocere cibi congelati, prima bisogna scongelarli, altrimenti la carica batterica che si formerà durante il lento scongelamento, sarà dannosa.
Non si possono cuocere i legumi secchi senza averli messi a bagno una notte e poi scottati dieci minuti in acqua bollente per eliminare le tossine che essi contengono, qualcuno li scotta dieci minuti, senza metterli a bagno. Non li ho ancora provati, ma ho letto che vengono buonissimi. I consumi sono bassi, come avere due lampadine accese, se usate il forno a bassa temperatura per ore, vi costerà carissimo.
Ora non voglio più annoiarvi, vi lascio una ricetta. Sto ancora sperimentando, per cui abbiate pazienza se non sono tanto precisa o se cambio idea facilmente sui tempi e i modi di cottura.😆

Ingredienti:

  • 700g di carne di manzo
  • 2 coste di sedano
  • 2 carote
  • 4/5 scalogni o una cipolla
  • olio extra vergine
  • timo
  • maggiorana
  • rosmarino
  • Sale o dado
  • un bicchiere piccolo di vino bianco
  • farina

Tagliare le verdure a pezzi grossolani, metterli nella Slow con olio e lasciarli alla massima temperatura per circa 30 minuti, aggiungere il manzo infarinato, gli aromi, il sale o il dado e il vino. Lasciar cuocere alla massima potenza per circa 2 ore, poi mettere a 78° e dimenticatevi per ore di lui. Se siete a casa giratelo una volta, ma non sarebbe nemmeno necessario. Io l’ho lasciato in tutto circa 10/12  ore.  Una volta cotta, ho messo la carne a raffreddare coperta, e ho frullato le verdure con il loro sugo. Se è troppo liquido, basta metterlo a consumare sul gas.

IMG_6378 IMG_6382 IMG_6384-001
L’ho servito con il purè di patate.

IMG_6398 copy

25 thoughts on “Stracotto nella Slow Cooker

    • L’ho sentita quella della lavastoviglie ma non ho mai provato.😆
      Invece ho provato a fare lo spezzatino nel vaso facendolo bollire per circa 3 ore. È rimasto acquoso, bocciato.
      Si, si… fa da sola. Ho fatto le patate con i carciofi, erano super.
      Ciao Grazie!!

      • E’ vero che lo spezzatino rimane acquoso, perché, essendo a bassa temperatura e col coperchio, perde poca acqua. Ma prova a mettere un po’ meno acqua e vedrai che è tutto lì…

  1. Ce l’ho!!! Ancora imballata…la voglio inaugurare con la tua ricetta. Aspetto le altre! PS: sono un pò OT ma mi speghi anche come hai fatto le patate e i carciofi?? Accorgimenti particolari hai usato?? Grazie

    • Ma dai, ce l’hai ancora imballata? Ma come i faaaa?
      Le patate le posto domani mattina, ma è semplicissima.
      Hai la stessa marca e stesso modello mio?

      • Beh…ho un casino in giro che non ti dico!! Anche la mia è della Cusinart, credo sia proprio identica alla tua! Questo mi conforta, così potrò seguire le tue sperimentazioni alla lettara! A proposito di slow cooker sai che Serena /Maffo ci fece anche la lasagna??

  2. Eccola qua!
    Questo post mi era sfuggito…😦
    E’ bellissima… e a leggere cosa hai scritto sembra anche utilissima!
    Casomai a babbo Pasquale ne avanzasse una… mi prenoto!😉

  3. Ho appena ordinato la pentola e me la consegnano il prossimo lunedì-
    Sto leggendo in giro tutte le possibili informazioni e spero sia semplice come scrivete.
    Proverò senz’altro questa ricetta e vi farò sapere.

    • È semplicissima Silvia. Se ti piace il brodo e la carne bollita, prova a farla, sentirai la differenza. Metto carota, cipolla, pomodoro, patata, sedano e la carne e faccio cuocere tutta la notte. Unico neo… se non hai la zona notte divisa da quella giorno…l’odore va per tutta la casa.

  4. Ciao, volevo acquistare una slow cooker ma non so quale prendere… mi consigli la tua? E’ un buon prodotto? Ci cucini molto? Grazie mille e scusa le tante domande.. Complimenti per il tuo blog! Mary

    • Ciao, la mia funziona benissimo. Non cucino molto, o meglio, cucino a periodi. Ci son periodi che la uso tutti i giorni, altri che la dimentico. Ma è una buona marca, ha tre temperature, il termostato ed è capiente. Grazie!!

  5. Ciao, credo sia la prima volta che visito il tuo blog….. Molto bello!!!… In questi giorni sto girovagando sul web, perché vorrei acquistare una slow cooking….e cosi sono capitata qui!!!!! La SC che mi piace è come la tua… Ti trovi bene??? È utile la funzione saute’ … La usi??? A me interessa perché (ahimè) mio marito è cacciatore e la cottura della selvaggina è lunga e laboriosa e non sempre ho tempo e voglia di mettermi a cucinarla!!! .. Altro quesito??? La usi per preparare marmellate??? Ho visto che è anche dotata di cestello x cotture a vapore!!! Un gioiellino… Certo è un po’ ingombrante!!! …. Grazie se vorrai aiutarmi nella mia scelta ciao grazie anto

    • Ciao Anto, io non ho la funzione saute’…oddio oppure ce l’ho e non me ne sono mai accorta?!?! A parte ciò, non ho mai fatto le marmellate con la slow, non la trovo pratica, ora ho il mescolatore e il kenwood che sono più indicate. Nemmeno le cotture a vapore ho provato. Io ci faccio tutti i tipi di carne, ho fatto anche il pollo e le cosce e son venute benissimo. Ho provato le lasagne… ma non tutto val la pena fare. Mi piace usare tutte le pentole che ho, ma nulla toglie che tu non possa farci tutto, puoi sperimentare. So che si può fare anche la polenta.

      • Grazie, … La funzione saute’ ti permette una rosolatura iniziale…. Io le marmellate le preparo con il metodo felder e mi trovo molto bene, specie x i frutti più succosi… Ciao e ancora grazie… Tornerò a trovati dopo l’acquisto x imparate qualche nuova ricetta….

      • Ah ecco, io ho imparato a rosolare senza quella funzione, metto la temperatura più alta all’inizio o alla fine. Ti aspetto. Magari imparo io qualcosa.

Grazie a chi lascia un commento e a chi solo, mi legge.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...