Vellutata di verza con la “Isy”

 

img_2542

Ho comprato questo robot per mia mamma che ogni sera mangia il passato di verdura.
L’ho tenuto qualche giorno per provarlo e alla fine me ne sono innamorata e a lei ne ho ordinato un altro. Troppo comodo! Ora che inizia il freddo, la sera una bella zuppa calda è quello che ci vuole.
Ho fatto zuppe, confetture e vellutate. Fa tutto lei, cuoce, macina e tiene in caldo. Oppure frulla a freddo. Se non volete frullare, c’è la funzione minestrone a pezzi.

I programmi sono:

1) Vellutata (23 minuti)
2) Minestrone a pezzi ( 25 minuti)
3) Composta ( 20 minuti)
4) Programma auto-pulizia (3 minuti)
5) Frullatore (4 minuti)

Ci sono due livelli da rispettare, un minimo e un massimo, due linee dentro il bicchierone di acciaio, simile a quello della pentola a pressione. Non si deve andare sotto il minimo ne sopra il massimo. Io di solito metto le verdure a livello minimo e l’acqua in mezzo ai due livelli.

Ingredienti:

verza
zucca
carota
porro
zucchina
3 pomodoro ciliegino
sale
olio extra vergine

Ho messo nel bicchierone tutte le verdure tagliate e a pezzetti e il sale. Ho chiuso e avviato il programma vellutata. Una volta cotta, mantiene in caldo per 40 minuti. Solo quando apro, aggiungo un filo di olio.

img_2526       img_2420

img_2462

 

Annunci

Il brodo nella Slow Cooker

IMG_1390
Avevo una zia molto simpatica, abitava a Torino ed ogni volta che andava in vacanza, passava a trovarci. Niente di strano direte voi,  infatti, nulla di strano se non fosse che ci avvisava a qualsiasi ora che era a Venezia e stava per arrivare da lì a pochi minuti. 😆
Se capitava di sera era un via vai di preparativi per far posto ai miei zii e all’inizio anche ai due cuginetti. La casa non era grande, ma il posto si trovava sempre, lei si accontentava di dormire anche in un materasso sul pavimento, pur di stare con noi. Il suo arrivo era una festa, tante risate e tavola imbandita dei tanti vasetti che portava e quello che avevamo noi.
Una volta però è capitato che la mia famiglia era in vacanza ed io ero rimasta a casa da sola, per lavoro. Quel giorno mia mamma tornava e io in tutta fretta avevo pulito casa per benino, pure la cera avevo messo. In un mese non avevo praticamente fatto nulla 😆
Improvvisamente suona il telefono, la sua voce indimenticabile che mi dice :
“Ehiii ciaooo siamo qui a F. Nuove, stiamo arrivandooo”
” Oh cavolo!!!”
Non avevo una lira, la dispensa era praticamente vuota, avevo mangiato tutto quello che mi aveva lasciato mamma, che le faccio per cena? Alla fine ho recuperato un pezzo di carne e ho pensato di preparare il brodo. LEI è arrivata e con quel suo modo da mamma autoritaria, ha aperto il coperchio della pentola e subito mi ha “sgridata”.
” Ma che è questo, è un brodo secondo te?? E che brodo vuoi fare con carota sedano e cipolla?? Ci vuole anche la patata e il pomodoro, più verdure metti e più buono sarà, avanti vai a prenderli!!”

Da quel giorno, ogni volta che lo faccio, mi ricordo di lei e guai se non ho la patata e il pomodoro, il brodo non si fa.
Mi chiedo cosa direbbe, della mia Slow Cooker 😆

Ingredienti:
600g di carne da brodo ( scamone o campanello)
1 carota
1 gambo di sedano
1 cipolla
1 pomodoro ( o 3 secchi)
1 patata
sale grosso

Metto tutti gli ingredienti nella pentola e copro con un litro e mezzo di acqua. Dato che le verdure rimangono intere e salde anche dopo 13 ore, raddoppio carote e patata, cosi ho il contorno per la carne.
Lascio tutta la notte a temperatura media, il giorno dopo ho un brodo buonissimo.
IMG_1721 IMG_1720

IMG_1398

Zuppa di fagioli

IMG_1685
Con questo tempo, le zuppe son le mie preferite a cena.
Ho messo la pasta, ma è buona anche solo con i crostini, volendo si possono usare i fagioli in scatola, basta farli scaldare prima di passarli, così vien più semplice.

Ingredienti:

  • 500g di cannellini
  • 500g di passata di pomodoro
  • aglio
  • rosmarino
  • olio extra vergine
  • carota, sedano, cipolla

La sera prima, ricordarsi di mettere a bagno i fagioli.
Lessarli circa 45 minuti in acqua, aglio e rosmarino. Tagliare a coltello le verdure.
IMG_1671 IMG_1676 IMG_1672

Mettere uno spicchio di aglio ele verdure in una pentola preferibilmente  di terracotta e farla soffriggere dolcemente. Aggiungere la passata e far cuocere per circa 15 minuti, finché le verdure son cotte. Io poi l’aglio lo butto.
IMG_1673 IMG_1677 IMG_1678

Passare al passaverdura la metà dei fagioli e aggiungerla al pomodoro, con anche  tre mestoli della loro acqua. Sale e pepe, io metto il sale grosso al pomodoro.
Dopo pochi minuti, aggiungere anche i fagioli e la pasta e farla cuocere per il tempo indicato nella confezione. Se è troppo denso, aggiungere acqua dei fagioli calda.
IMG_1679 IMG_1681 IMG_1682

Farinata di fagioli alla Lucchese

IMG_5031

Un’altra ricetta di famiglia che gentilmente mi ha passato Nicola, una ribollita diversa,  Invece del pane si usa la farina da polenta. In questo caso ho usato la farina Formenton Ottofile che Guido mi ha portato da Lucca. A noi è piaciuta molto. Se ne avanza si mette in uno stampo e il giorno dopo si taglia a fette, si mette in una padella con poco olio e aglio e si riscalda.

Grazie a Nicola e Guido

Continua a leggere

Zuppa gallurese

Sono convinta che le ricette tradizionali sono più buone se mangiate nel luogo di origine. Mai una volta mi è capitato di fare a casa la stessa ricetta ed avere lo stesso risultato, sarà l’acqua, sarà il pomodoro… insomma gli ingredienti non sono uguali. Viene buono ma non è la stessa cosa. La zuppa gallurese l’ho mangiata in Sardegna, fatta con il brodo di pecora, a parte il fatto che qui non trovo questo tipo di carne, non ci proverei neppure e quindi la faccio a modo mio. Tra l’altro so che anche in Sardegna non rispettano tutti la tradizione, mi hanno raccontato c’è chi la fa  con il pan carré. A questo punto la mia non è poi cosi “strana,  ho usato il brodo di manzo e la spianata. Non ho messo il sale, non è necessario.

IMG_3380

Ingredienti:

  • spianata
  • pecorino
  • cacio cavallo
  • parmigiano
  • prezzemolo
  • brodo di carne

Continua a leggere

La zuppa di Luciano

Luciano è il sommelier che mi consiglia sui vini. Giorni fa mi ha raccontato di aver fatto una zuppa di zucca e funghi molto buona, mi diceva che al posto dei funghi aveva provato con il broccolo fiolaro. Di solito nelle zuppe aggiungo anche le patate, ma Luciano mi ha detto che non serviva. Questa ricetta è un po’ diversa, certo la qualità della zucca è importante per la consistenza e il sapore. La mia zucca era perfetta. Spero solo di aver ricordato la ricetta come me l’ha detta Luciano. Inutile dire che era buonissima.
Ho comprato la zucca da Santin a Rialto, una qualità buonissima di Zerbinati

Continua a leggere

Zuppa di zucca con le cozze

Ieri, Serafina ed io, abbiamo fatto una sorpresa di compleanno alla nostra amica Sandra, ci siamo presentate davanti al negozio dove lavora, con cartellone, regalino e mazzo di fiori.
Sopra il marciapiede come due ragazzine di 15 anni, abbiamo aperto il cartellone con la scritta “AUGURI SANDRA” aspettando che si girasse.  I colleghi ci hanno guardato come fossimo marziani, poi hanno riso e hanno fatto girare Sandra. Beh lei quando ci ha visto, dopo un primo momento di stupore, si è precipitata ad attraversare la strada, asciugandosi le lacrime. Noi eravamo li… a ridere, felici di essere riuscite a stupirla. Certo poi ha dovuto portarci a casa sua e offrirci il pranzo. 😆 ma abbiamo passato un bellissimo pomeriggio e le abbiamo scroccato una zucca a testa.
Oggi ho fatto una zuppa spettacolare, davvero molto buona. Grazie Sandra.

Il sommelier consiglia:

 

Friulano D.O.C. ex Tocai

 

Continua a leggere