Fegato alla veneziana

IMG_9789
Qui piove da due giorni e le temperature sono scese parecchio. Ho riacceso la stufa a pellet, non pensavo di doverla usare ancora.
Il fegato alla veneziana con la polenta, ci stava proprio bene.

Ingredienti:
400g di fegato di vitellone
400g di cipolla bianca
2 cucchiai di aceto bianco
sale e pepe
olio extra vergine

Ho lavato il fegato e l’ho tagliato a  pezzi. Mentre scolava dall’acqua, ho tagliato le cipolle e le ho messe a cuocere in una pentola con l’olio. Ho fatto attenzione che non si bruciassero, mischiando sempre e aggiungendo poca acqua. Quando son diventate morbide e trasparenti, ho messo il sale e ho aggiunto il fegato. Con il fuoco bello alto, perché la cottura deve essere breve cosi rimane morbido, ho messo il sale e il pepe. A fine cottura ho aggiunto l’aceto e l’ho lasciato sfumare. Deve rimanere un sughetto denso.

Annunci

Polpette di ricotta

IMG_5755
Adoro la ricotta, quella buona. Avevo già fatto le polpette di ricotta, ma non mi erano piaciute. Poi ho fatto queste e mi sono piaciute tantissimo. È la consistenza che mi piace, sono morbide ma non troppo da sembrare un primo piatto. Voglio provare ad aggiungere funghi porcini, o come mi ha suggerito Sefi, lo speck, oppure zucca e funghi, melanzane o zucchine, anche un po’ di gorgonzola. Le varianti sono tante, basta provare.

Ingredienti:
500g di ricotta
120g di parmigiano
100g di mollica rafferma
2 uova
700g di pomodoro a pezzettoni
cipolla
prezzemolo
basilico
olio extra vergine
sale e pepe

Tritare finemente la mollica di pane. Mettere la ricotta in una ciotola, aggiungere il parmigiano, le uova, il pane grattato, il prezzemolo, poco sale e pepe. Impastare bene, formare delle palline grandi come una noce e metterle in frigorifero a riposare.
IMG_5689 IMG_5691 IMG_5692
IMG_5693 IMG_5695 IMG_5698
IMG_5701-001

Nel frattempo, scaldare l’olio con po’ cipolla tritata, o aglio se preferite. Cuocere la salsa per 10 minuti, aggiungere le polpettine, qualche foglia di basilico e lasciar cuocere altri 10/15 minuti, scuotendo ogni tanto la pentola.
Il sugo deve rimanere morbido, non asciutto. Regolare di sale se serve
IMG_5719 IMG_5721 IMG_5723

IMG_5750

Roast-beef all’inglese con salsa di cipolla

IMG_3793
Improvvisamente oggi, mi sono ricordata di questa ricetta che facevo anni fa’. Se vi piacciono le cipolle e le digerite bene, lo dovete provare, perché è buonissimo, sia tiepido che freddo.  Se vi piace tiepido, basta servire la salsa calda in una ciotola e ognuno si serve da solo, oppure metterla sopra le fette di carne fredda. Facilissimo e veloce da fare. Io oggi avevo un pezzo di sotto lombo di circa 7 etti, abbiamo mangiato in due. Non uso necessariamente il roast beef, prendo il pezzo di carne che il macellaio mi consiglia al momento. Il pezzo migliore secondo me, è il culaccio. Difficile da trovare e parecchio costoso.

  • Ingredienti:
    700g di roast-beef 
    2 cipolle medio/grandi
    1/2 bicchiere di olio extra vergine
    1/2 bicchiere di vino bianco
    sale e pepe

Taglio le cipolle in 4 pezzi e poi a fettine, non troppo sottili, ne grosse. Le metto in una pentola alta con l’olio e le lascio rosolare qualche minuto, poi aggiungo il pezzo di carne e a fuoco alto rosolo tutto, facendo attenzione che le cipolle non diventino scure. Giro continuamente per circa 10 minuti, se rischio il bruciato, abbasso la fiamma un pochino e aggiungo il vino bianco. Lascio sfumare altri 10 minuti a fiamma bassa.  Il vino non deve consumare del tutto, deve rimanere una bella e abbondante salsa. Semmai, una volta tolta la carne, addensate a piacere, aggiungendo il sale e il pepe.

IMG_3774-001 IMG_3775-001 IMG_3778-002  
IMG_3783

Uova in carpione

IMG_1862
Guardo le trasmissioni di cucina, memorizzo e poi cerco di ricordarmi la ricetta quando la vado a fare. È il caso di queste uova in camicia affondate in una sughetto di cipolla.  Non immaginavo fossero così buone. Montersino la sera che le ha fatte ha detto ” mi verrebbe voglia di mangiarle”. Mi fido del Maestro.
Spero di aver fatto esattamente come lui, ma se non fosse cosi… sono buonissime lo stesso.
Immagino l’estate, il caldo e un antipastino  fresco per gli ospiti… non male eh? Veloce, facile e gustoso. 

Ingredienti:

  • 5 uova fresche e fredde di frigo
  • 4 cipolle ( io Tropea)
  • 3/4 bacche di ginepro
  • 2 foglie di salvia
  • 1 foglia di alloro
  • pepe
  • sale
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • mezzo bicchiere di acqua
  • un quarto di bicchiere di aceto bianco
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • olio extra vergine

Mettere a bollire dell’acqua in una pentola alta, con un bicchiere di aceto su 2 litri di acqua. Mettere un uovo in una ciotolina piccola. Quando l’acqua è quasi in ebollizione, con la frusta girare fino a formare un mulinello. Girare parecchio. Velocemente portate la ciotolina  vicino al vortice e rovesciate l’uovo. Non lo toccate!!! L’acqua deve sobbollire.

IMG_1783 IMG_1781 IMG_1782

Deve cuocere 3/4 minuti… vi accorgerete quando l’albume è rappreso e il tuorlo ancora morbido. Alla fine potete toccarlo e girarlo con un mestolo, scolatelo e tuffatelo in una ciotola di acqua fredda per fermare la cottura.
IMG_1785 IMG_1788 IMG_1789

Una volta freddo, potrete rifilare l’uovo dalle parti bianche che rovinano l’estetica e farlo asciugare su carta assorbente da cucina.
IMG_1790 IMG_1796-001

Ora prepariamo il carpione. Affettare le cipolle e farle rosolare con olio extra vergine, aggiungere la salvia, l’alloro, e le bacche di ginepro pestate. Aggiungere i liquidi e lo zucchero. Fate cuocere coperte, senza consumare troppo i liquidi, se cosi fosse aggiungete vino o acqua. Non devo essere spapolate, ma cotte. Regolate di sale e pepe, assaggiandole.  Mettere le uova in una piccola ciotola e coprirle con il carpione FREDDO!! Mi raccomando che sia freddo, altrimenti l’uovo continua a cuocere.
IMG_1798 IMG_1801 IMG_1803

Conservarle in frigorifero e consumarle dopo 24 ore

IMG_1821-001

IMG_1860

Portafogli di prosciutto

IMG_1473

Girando tra i link di Facebook, ho trovato degli involtini di prosciutto. Io li ho modificati un pochino, invece della sottiletta, ho usato formaggio edamer o emmental e ho aggiunto un ripieno, fettine di carciofini o alici sott’olio.
Vengono morbidi e saporiti dentro e croccanti fuori. Con una insalata, sono un buon secondo veloce perché si possono impanare anche la sera prima. Si possono fare semplici, solo con prosciutto e formaggio.

Ingredienti :
10 fettine di prosciutto tagliate a macchina a misura 1 e 1/2
10 fettine di formaggio edamer tagliate a macchina
alici sott’olio
3/4 carciofini saltati in padella con olio e aglio
500 g di pane grattato
6 uova

Mettere sul tagliere la fetta di prosciutto, posare al centro la fetta di formaggio piegata in due. Mettere il carciofino o l’alice. Piegare i due lembi del prosciutto sopra il ripieno, come un libro.
IMG_1444 IMG_1443 IMG_1451

IMG_1454 IMG_1452 IMG_1453

Prepararli tutti poi passarli nell’uovo sbattuto e nel pane grattato per due volte. Friggerli in poco olio di oliva.
IMG_1455 IMG_1456 IMG_1459

Non serve il sale.

IMG_1461

IMG_1466

Frittata di zucca e broccoletti

IMG_0668
In questi giorni ho deciso con grande dispiacere di liberarmi di tutte le riviste di cucina, iniziando dalle più vecchie. Continuavo a metterle da parte ovunque, pensando che mi sarebbero state utili… ma non è così. Bisognerebbe avere il tempo di sfogliarle ogni tanto, ma chi ce l’ha il tempo…
Allora ho deciso di guardarne un paio al giorno, strappare le pagine che credo mi possano servire e il resto buttarlo. Che sofferenza… ma non posso fare altro, o loro o io dentro casa!  Questa ricetta, è liberamente tratta da una vecchia cucina italiana. A noi è piaciuta molto, non riesci a smettere di mangiarla. Paolo inizialmente ha storto la bocca ” è dolce..” , dopo averla mangiata quasi tutta ” però… mica male…”

Ingredienti:

  • 3/4 fette di zucca delica
  • 6/7 cimette di broccolo bollito
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • 6 uova
  • 1 scalogno
  • sale e pepe
  • olio extra vergine
  • prezzemolo

In una padella con poco olio, faccio rosolare un paio di minuti, lo scalogno con la zucca a pezzetti e il prezzemolo. Regolo di sale e aggiungo mezzo bicchiere di acqua. Lascio cuocere senza spappolare la zucca. Dopo aver cotto la zucca, nella stessa padella faccio rosolare anche i broccoletti con poco olio.

IMG_0636  IMG_0634 IMG_0641
Quando è tutto tiepido o freddo, sbatto leggermente le uova con parmigiano, poco sale e pepe. Aggiungo le verdure e verso tutto in una pirofila coperta di carta forno. Faccio cuocere a 180° per circa 20/25 minuti.
IMG_0643 IMG_0646 IMG_0647
IMG_0648 IMG_0649IMG_0650

La taglio a quadrotti e la mangiamo tiepida o fredda.

IMG_0672

Spirali di patate e uova in purgatorio

IMG_9814
Avrei un altro dolce da pubblicare, ma non vorrei essere responsabile dell’aumento della vostra glicemia 😆
Ho una nuova caccavella!!!! Bellissima, fa spirali di patate… ma ho provato anche con le zucchine e vengono bene. Sono molto carine, le ho fatte fritte e al forno, ma domani le farò bollite. Io prima di tutto mangio con gli occhi, difficilmente metto in bocca qualcosa che non mi convince a prima vista. A meno che non ci sia qualcuno che mi garantisce che è buonissima.
Le uova in purgatorio sono di Nigella, prese dal libro “Nigellissima!.

Ingredienti per le uova:
400 g conserva a pezzettoni
due uova
cipolla
olio extra vergine
peperoncino
parmigiano
basilico

Ho rosolato la cipolla con l’olio in un piccolo pentolino e poi ho aggiunto il pomodoro
IMG_9782 IMG_9784
Ho lasciato cuocere circa 15 minuti, ho regolato di sale, aggiunto il peperoncino e due foglie di basilico. Con il fuoco acceso e il pomodoro ben caldo, ho aggiunto le due uova e ho coperto parzialmente con un coperchio, alla fine ho aggiunto un cucchiaio di parmigiano.
IMG_9801 IMG_9802
IMG_9803 IMG_9806
IMG_9818

Ed ora la mia caccavella!!
Ho preso delle patate grandi, le ho sbucciate, lavate e in una estremità ho infilato la punta della caccavella. Pian pian ho girato finché il ferretto è uscito dall’altra estremità della patata.
IMG_9786 IMG_9785
IMG_9788 IMG_9789
Ho tagliato la patata senza affondare troppo il coltello e da quel “guscio” è uscita una meravigliosa spirale.
IMG_9790 IMG_9792
IMG_9793 IMG_9794
IMG_9795 IMG_9797
Ho dato una sbollentata in acqua e poi le ho asciugate bene prima di friggerle in olio di arachidi. Naturalmente ho cotto anche i ritagli e li abbiamo mangiati conditi con sale e olio, ma si possono anche ripassare in padella con il prezzemolo o al forno.
IMG_9804 IMG_9805
Alla fine le ho fritte.
IMG_9819