Insalata primavera di pollo

IMG_9462
Tornare a casa tardi e non avere molto tempo per preparare il pranzo o mangiare la solita bistecca. Basta un pollo allo spiedo, o degli avanzi di cosce del giorno prima, un po di insalatina e radicchio, due patate, e un pugno di asparagi presi da quel mazzo che preparerete domani con le uova. Una salsina e il pranzo è pronto.

Ingredienti:
un pollo allo spiedo
2 patate
qualche asparago bianco e verde
un cucchiaio di maionese
olio extra vergine
sale e pepe
aceto balsamico

Ho fatto filetti del pollo, ho lessato le patate fatte a dadini, gli asparagi bianchi e verdi e ho condito l’insalata con una salsina fatta con la maionese, l’olio, poco sale e pepe e un cucchiaio di aceto balsamico. Ho mischiato tutti li ingredienti e ho servito a tavola.
IMG_9451  IMG_9447  IMG_9449  IMG_9448
IMG_9457  IMG_9456  IMG_9458  IMG_9459
IMG_9460  IMG_9453  IMG_9455  IMG_9461

IMG_9471

La pappa al pomodoro della signora Laura

IMG_0974

La signora Laura è la nonna di Nicola, il fidanzato di mia figlia, vive a Lucca e la ringrazio per avermi dato la ricetta.
Avevo provato anche molto tempo fa’ a farla, ma non mi era piaciuta per niente, era una ricetta presa in rete, probabilmente non aver usato il pane toscano è stato il motivo più importante. Questa volta oltre la ricetta, Sara mi ha portato il pane. Ne ho approfittato per fare anche la ribollita.

Ingredienti:

  • aglio
  • pomodoro polpa circa 450g
  • basilico
  • qualche fetta di pane toscano raffermo
  • sale e pepe
  • olio extra vergine di oliva
  • dado vegetale

In una pentola di coccio, ho messo l’aglio a rosolare con l’olio, senza farlo bruciare.  Ho aggiunto la polpa di pomodoro e il basilico e ho fatto cuocere 10 minuti circa con poca acqua.

IMG_0921IMG_0922IMG_0925

Ho tagliato il pane a dadini e l’ho aggiunto al pomodoro, l’ho rigirato bene nel sugo finché si è ben impregnato, poi ho aggiunto un paio di bicchieri di acqua e il mio dado casalingo. Ho lasciato cuocere finché il pane mi è sembrato spappolato. Aggiungo dell’acqua se mi sembra troppo asciutto. Regolo di sale e pepe.

IMG_0923 IMG_0924 IMG_0926-001

IMG_0960

Riso freddo, oggi mi va così…

IMG_8601
Dovete sapere che fino a qualche anno fa’, se qualcuno voleva la pioggia, bastava che io facessi un bel riso freddo. Ogni volta che il caldo era insopportabile, dopo aver preparato il riso, arrivava un bel temporale a rinfrescare e a farti perdere la voglia di mangiare cibo freddo. Così è stato per anni… poi non ha più funzionato anche se il tempo si annuvola e sembra debba piovere da un momento all’altro come oggi, noi il riso freddo ce lo siamo mangiato al fresco sotto la tettoia, mentre fuori c’era un bel sole che mi faceva gli sberleffi. Peccato non funzioni più… 🙄

Ingredienti:

  • 4 zucchine
  • 2 peperoni
  • 20 olive taggiasche
  • 6 pomodori secchi sott’olio
  • 2 scatole di filetti di tonno
  • 400g di riso parboiled
  • 5 datterini da insalata
  • 2 uova sode
  • prezzemolo
  • un pizzico di santoreggia
  • sale e pepe
  • olio extra vergine
  • limone

Intanto che il riso cuoce, preparo tutto il condimento. Taglio le zucchine e i peperoni a cubetti piccoli, li metto in un piatto con poco olio e sale e poi li faccio cuocere sul piatto crisp nel microonde, per 10 minuti i peperoni e 13 le zucchine.
IMG_8320 IMG_8321 IMG_8520
Dopo aver scolato il riso e averlo per sciacquato con l’acqua fredda, lo lascio scolare per bene e poi lo metto in una zuppiera.
Faccio una emulsione con olio, sale, pepe e una spruzzata di succo di limone, agito bene il tutto e poi lo metto nel riso, mischiando bene. Aggiungo le verdure ormai fredde e il resto degli ingredienti, il prezzemolo tritato e la santoreggia. Alla fine le due uova sode a fettine e due foglie di basilico fresco.
IMG_8524 IMG_8525 IMG_8526
IMG_8527 IMG_8528 IMG_8529
Buonissimo, fresco e diverso dal solito.

IMG_8558

alla prossima, doretta

Sandwich di patate con Doriosto

IMG_5899 copy

😆 Non è farina del mio sacco.

Guardando il sito del più noto insaporitore Ariosto, ho trovato delle ricette e questa mi è sembrata carina e semplice per poter provare il mio Doriosto. Poi io adoro le patate, in tutte le salse.
Secondo me si potrebbe mettere anche sulle patate di Jamie Oliver, anche se, a me piacciono con il rosmarino.

Ingredienti:

asiago images prosciutto cotto

IMG_5837 copy IMG_5523-001

  • patate
  • prosciutto cotto
  • formaggio asiago
  • Doriosto
  • olio extra vergine di oliva

Continua a leggere

Zuppa gallurese

Sono convinta che le ricette tradizionali sono più buone se mangiate nel luogo di origine. Mai una volta mi è capitato di fare a casa la stessa ricetta ed avere lo stesso risultato, sarà l’acqua, sarà il pomodoro… insomma gli ingredienti non sono uguali. Viene buono ma non è la stessa cosa. La zuppa gallurese l’ho mangiata in Sardegna, fatta con il brodo di pecora, a parte il fatto che qui non trovo questo tipo di carne, non ci proverei neppure e quindi la faccio a modo mio. Tra l’altro so che anche in Sardegna non rispettano tutti la tradizione, mi hanno raccontato c’è chi la fa  con il pan carré. A questo punto la mia non è poi cosi “strana,  ho usato il brodo di manzo e la spianata. Non ho messo il sale, non è necessario.

IMG_3380

Ingredienti:

  • spianata
  • pecorino
  • cacio cavallo
  • parmigiano
  • prezzemolo
  • brodo di carne

Continua a leggere

Sformato di purè con pancetta

Non potevo chiamarlo gattò, i napoletani mi avrebbero ucciso. Ricordo un giorno a Napoli, quando in un negozio di alimentari, il titolare ed alcune clienti mi hanno guardato come un alieno mentre dicevo che nel gattò mettevo il salame. MA COME OSA!!! Ci va solo il prosciutto cotto!!! Hanno preso un pezzo di carta paglia e mi hanno offerto una cucchiaiata del loro gattò appena sfornato..DIVINO! Morbidissimo, saporito, profumato e buono…tanto buono. Fieri e soddisfatti di come lo gustavo, mi hanno spiegato bene la VERA ( dicevano loro) ricetta.

Questo non è il vero gattò, è uno sformato di purè con pancetta, devo dire che avendo assaggiato tutti e due, questo mi sembra molto più “ricco” di ingredienti.

 

Il sommelier consiglia:

 

Valpolicella classico

 

Continua a leggere

Il Frico di Francesca

Tempo fa ho mangiato il frico di Serafina, fatto partendo dalle patate crude, Francesca invece lo prepara con le patate bollite e oggi lo ha preparato qui, a casa mia. Ovviamente Francesca che è di Udine ha portato il “formaggio” adatto, le strissule, che sono le strisce di scarto che il casaro elimina dalla cagliata  una volta che questa è stata inserita nella forma. . Si può fare anche con la cipolla, ma noi oggi abbiamo deciso di farlo semplicemente con patate e strissule. Francesca mi diceva che lo accompagnano oltre che con la polenta anche con radicchio verde, stufato con la pancetta.  La crosticina che si è formata dopo la cottura era molto croccante, l’interno invece era soffice. A noi è piaciuto molto. Brava Francesca!!!

 

Il sommelier consiglia:

 

Pinot Grigio Az. Specogna

 

Continua a leggere

No, non è il frico!!!!!

Pensando al Frico che ha fatto a casa mia la mia amica Serafina e alle due fette di salmone che ho comprato ieri, mi è venuta questa idea. Un frico senza formaggio. Beh direte voi, è un banale tortino di patate e salmone…. si, è vero…. ma io mi sono ispirata al frico di serafina e quindi la forma me lo ricorda molto. Secondo me viene buono anche con il salmone affumicato.

Continua a leggere