Fritto ti amo… no, ti odio…

IMG_0543-001

Una volta all’anno mi lascio convincere dalla voglia di fritto. Quando guardo la vetrina del mio pescivendolo e vedo pesciolini o seppioline, il più delle volte lascio perdere, io il fritto lo mangio volentieri solo se fatto da altri.  Se poi ti senti dire che sei brava a fare tutto, ma il pesce fritto non lo sai proprio fare, ti convinci che è meglio lasciar perdere…😳
Questa volta non è andata cosi.
Sono stata brava, ho fatto un fritto perfetto.
Croccante, asciutto e buonissimo.
C’è un’altra cosa che mi frena dal farlo, dover pulire l’olio schizzato dappertutto.
Questa volta non è andata cosi.
Sono stata brava, non ho sporcato nulla.
Ho “incartato” tutto!

Nota bene: la farina di riso, mischiata con  altre farine, rende il fritto più croccante.

Ingredienti:

  • anguelle
  • alici
  • seppioline
  • cozze
  • farina di riso
  • farina 0
  • pane grattato
  • uova
  • olio di arachide
  • sale
  • prezzemolo

Il mio piano cottura pronto per la frittura😆 Per gli odori, nessun problema ho una mini cucina sotto la tettoia esterna.
IMG_0504

Prima di tutto ho lavato il pesce e  ho messo seppioline e alici tra due fogli di carta scottex perché si asciughino bene.
IMG_0499 IMG_0506 IMG_0508

Intanto ho preparato le cozze impanate. La sera prima le avevo aperte saltandole con aglio olio e prezzemolo, a fuoco vivace e coperte. Poi le ho pulite dalle valve e le ho messe in frigorifero fino al giorno dopo. Ho preparato le uova sbattute con del prezzemolo tritato e  in un’altra vaschetta del pan grattato.  Ho immerso le cozze nell’uovo e poi nel pane…

IMG_0481 IMG_0483 IMG_0485

… per due volte. Non le tocco con le mani, muovo le vaschette finché sono coperte di uovo o di pane e le sgocciolo dall’uovo con un mestolo forato.
IMG_0487 IMG_0488 IMG_0485

Le metto in frigorifero a riposare fino al momento della cottura. Si possono impanare anche la sera prima.
IMG_0495

Prima di pranzo metto a scaldare l’olio e preparo le farine miste, una parte di farina 0 e una di riso. Faccio la prova se l’olio è caldo, immergendo un pezzetto di pane, se frigge bene, l’olio è pronto.
Ho cotto le cozze.  Poi le anguelle, le alici e le seppioline prima passate nelle vaschetta delle farine miste.
IMG_0535 IMG_0541-001

Eccolo pronto, croccante  e caldo, servito con la polenta gialla tenera. Anche se era buonissimo, fino al prossimo anno sono a posto. Non so perché ma il pesce fritto ( a parte le cozze) prima ancora di farlo, penso che non lo farò più😆
IMG_0538

29 thoughts on “Fritto ti amo… no, ti odio…

  1. Doretta…tu una volta all’anno…io manco una!!!
    Ormai non mi va più di friggere alcunchè! Per gli odori, per gli schizzi di olio, perchè forse non so fare un fritto decente….
    E, come te, mangio frittura solo se fatta da altri…ma fatta bene!!
    Non mi sono ancora attrezzata con un fornello sotto la tettoia, ma, per le insistenze del marito…dovrò capitolare!!!
    Buono il tuo piattino…brava!!
    Ciao, buonanotte. Mafi

      • Mandrona…? Conosci questo termine!??
        A casa mia si direbbe “praizzosa”…ma è uguale!!
        Però faccio tanti dolci…copio sempre anche i tuoi….Ora sto impastando i Buondì, sono perdonata???

  2. Oddio Doretta sono le nove di mattina e ho già la bavetta, io adoro il pesce fritto a casa però non lo facciamo mai, non siamo bravi con il pesce però il fritto lo facciamo anche noi ogni tanto e come te ho imparato a fasciare il piano di cottura, noi disponiamo l’alluminio tutto sopra anche sopra le griglie lasciando fuori solo quella che si utilizza poi su Euronova abbiamo preso un pannello pieghevole antiaderente da mettere dietro, ti dirò è una figata pazzesca.
    Però ora ho voglia di pesce fritto, mi sa che mi tocca andare al ristorante.
    Per il resto con il fritto me la cavo bene, certo che sono una voce fuori dal coro ma mi piacciono le cose che fanno male, chissà perchè.

  3. anche per me è così fritto ti amo e ti odio, penso che il fritto di pesce fatto dagli altri sia più buono, questa volta a te è venuto proprio bene, bisogna provare, grazie per la visione, che voglia di pesce fritto, un bacione

  4. Ma che bischera, Doretta…🙂
    Ti è venuto una meraviglia, perciò confermo ciò che penso (da quando ti conosco): ti viene tutto bene! 😀

    Non hai scuse, né per gli schizzi d’olio… né per l’odore!
    Vai vai, preparalo ancora… e che sia prima dell’ottobre 2014! 😀

  5. Che voglia, mannaggia, non so dirti da quanto tempo non mangio fritto, di nessun genere, ti sono venuti una meraviglia, bravissima Doretta e forte l’idea della cucina in stagnola,🙂 … ho letto da qualche parte che il fritto fa bene ogni tanto per stimolare il fegato, non so se e’ vero, ma io faccio esattamente come te, aspetto un anno prima di prepararlo, l’ultima volta mi sembra di aver preparato i bomboloni alla crema! Bacioni e buona serata!!!

  6. Ma è spettacolare, un delitto farlo solo una volta all’anno!!! Curiosità…. o meglio ignoranza: hai usato due farine mescolate come mai? Io quella di riso credo di non averla mai usata e quindi non ne conosco le caratteristiche…. mi illumineresti per favore? Grazie! E ancora complimenti mi viene l’acquolina in bocca solo a guardarlo in foto :-))

    • Dimentico sempre di scrivere qualcosa, pubblico le ricette a orari impossibili cosi non ho proprio pensato di spiegare perché ho mischiato le farine. Ho letto e ascoltato in tv, cuochi che consigliavano di usare la farina di riso perché priva di glutine,mischiata con altre farine… fa in modo che il fritto venga più croccante. Hanno davvero ragione.
      Grazie!!

Grazie a chi lascia un commento e a chi solo, mi legge.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...