Farinata di fagioli alla Lucchese

IMG_5031

Un’altra ricetta di famiglia che gentilmente mi ha passato Nicola, una ribollita diversa,  Invece del pane si usa la farina da polenta. In questo caso ho usato la farina Formenton Ottofile che Guido mi ha portato da Lucca. A noi è piaciuta molto. Se ne avanza si mette in uno stampo e il giorno dopo si taglia a fette, si mette in una padella con poco olio e aglio e si riscalda.

Grazie a Nicola e Guido

Ingredienti:

  • un mazzetto di cavolo nero
  • un quarto di verza
  • 4 carote
  • 4 coste di sedano
  • 1 porro o 1 cipolla
  • 2 zucchine
  • 2 patate
  • 500g di fagioli borlotti o cannellini
  • 1 bicchiere di farina di mais

Mettere in ammollo i fagioli per 24 ore poi lessarli per circa 40 minuti. Io la ribollita l’ho fatta altre volte, sempre con i fagioli da ammollare e cuocere ma questa volta ho azzardato a farli con i fagioli in scatola.  Non ditelo a nessuno… ma io non ho sentito la differenza con gli altri. Ho messo i fagioli compreso il liquido in acqua bollente e dopo due minuti di bollitura ho spento. Poi ho proceduto secondo ricetta tradizionale.

Lavare e tagliare tutte le verdure. In una grande pentola, rosolare sedano, carota e cipolla. Successivamente aggiungere verza, cavolo nero, patate e zucchine.

IMG_4962 IMG_4963 IMG_4965

Se il cavolo nero è grande, usare solo le foglie, scartando le coste. Aggiungere una parte dell’acqua dei fagioli e lasciar cuocere un’ora.

IMG_4967 IMG_4977 IMG_4970

Passare un terzo dei fagioli, aggiungere alla zuppa il purè insieme ai fagioli interi e all’acqua rimasta.
Se è poca aggiungere del brodo vegetale e un dado ( io il mio essiccato). Lasciar cuocere un’altra ora.

IMG_4972 IMG_4973 IMG_4974

Prendere una parte di zuppa, se è troppo densa aggiungere del brodo. A questo punto facendo attenzione a non far grumi, far cadere a pioggia la farina di mais mischiando sempre. Chiudere con il coperchio e lasciar cuocere il tempo indicato nella confezione della farina. La minestra deve rimanere molto morbida. La mia facendo le foto si è addensata un po’ ma era buonissima.

IMG_5040  IMG_5011 IMG_5013

IMG_5024

Il giorno dopo, se ne avanza, basta scaldarla con poco olio e aglio e avrete una zuppa morbida e profumata.

IMG_4991 IMG_4995

IMG_5014

8 thoughts on “Farinata di fagioli alla Lucchese

  1. WOW! Questa la devo fare! Domani mando a prendere il cavolo nero, tutto il resto ce l’ho.
    Sempre bravissima Doretta!
    P.s.: se volessi aggiugere il tuo blog fra quelli che seguo, dove trovo il banner?

    • Ornella, non ce l’ho il banner, basta che metti il link nella colonna dei preferiti.
      Se non vuoi farla tutta con la polenta, basta che dividi la zuppa e una parte la fai mettendo pane toscano a fette su una pentola, sopra la zuppa e fai ribollire, magari aggiungendo un po’ di brodo se è troppo densa.
      Grazie!

      • Ok, grazie.
        La farò senz’altro con la polenta, ci mancherebbe che una veneta doc come me non usasse la polenta, ti pare? Questa ricetta mi piace proprio per questo, he he!

Grazie a chi lascia un commento e a chi solo, mi legge.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...